Raffica di multe in via Lemmi. La protesta dei residenti

Residenti di Borgo del Ponte multati per divieto di sosta su marciapiede inutilizzabile. Associazione chiede al Comune di dirottare i vigili in luoghi dove le infrazioni sono più frequenti e pericolose.

Raffica di multe in via Lemmi. La protesta dei residenti

Raffica di multe in via Lemmi. La protesta dei residenti

Brutto inizio settimana per alcuni residenti di Borgo del Ponte: lunedì hanno avuto l’amara sorpresa di trovare, in via Lemmi, il ’biglietto da visita’ dei vigili urbani sul parabrezza delle auto. L’associazione Borgo del Ponte-Santa Lucia-Capaccola ha inoltrato subito una lettera al comandante della Polizia municipale e per conoscenza al sindaco. Sono diverse le auto che sono state multate di 87 euro per divieto di sosta sul marciapiede grazie all’intervento dei vigili alle 8,30 di lunedì mattina. "Ciò è accaduto in un tratto di via Lemmi – spiega il presidente Vincenzo Ozioso – e va precisato che di sorpresa si tratta perché da sempre gli abitanti parcheggiano lì in quanto è un tratto di strada che sbocca nel parcheggio di una proprietà privata dove il traffico è praticamente inesistente e soprattutto è inesistente il traffico pedonale in quanto non ci sono accessi alle abitazioni. Oltretutto il marciapiede, perfettamente inutile, da decenni è anche inutilizzabile in quanto dissestato ( dovrebbe semmai essere multato il Comune per come lo tiene e per come tiene il marciapiede dell’altro tratto di via Lemmi invaso dall’erba). La multa quindi è giusta se si tiene conto pedissequamente del Codice della strada, ma assurda se si tiene conto del buonsenso, come dovrebbe essere". E aggiunge: "Comprendiamo che il Comune sia alla spasmodica ricerca di soldi ma si poteva fare a meno di intervenire proprio lì, dirottando gli operatori così efficienti là dove le infrazioni sono più frequenti e anche più pericolose".