Premi a due alunne meritevoli nel ricordo di Pietro Fontana

La scuola media Cocchi di Licciana premia due studentesse con borse di studio in memoria del docente Pietro Fontana, riconoscendo merito e progresso nel percorso scolastico. La cerimonia ha coinvolto familiari, autorità e studenti.

Premi a due alunne meritevoli nel ricordo di Pietro Fontana

Premi a due alunne meritevoli nel ricordo di Pietro Fontana

Pietro Fontana non è stato dimenticato. La scuola media Cocchi di Licciana ha ospitato la premiazione della terza della borsa di studio intitolata al docente di lettere per circa 20 anni nella stessa scuola e scomparso prematuramente il 30 marzo 2020. Un concorso voluto da Katia e Dimitri, moglie e figlio di Pietro Fontana, rivolto agli alunni delle terze medie di Licciana. Istituita quest’anno una seconda borsa di studio per l’alunno che più ha progredito nel suo percorso dei tre anni di scuola media, in aggiunta a quella destinata allo studente più meritevole. In premio buoni per materiale scolastico. Alla premiazione la dirigente scolastica Enrica Ravioli, il vicesindaco di Licciana Omar Tognini e i familiari di Fontana, oltre a molti studenti e amici del docente scomparso.

La prima borsa di studio è stata assegnata a Elisa Cacciavillani. Nel triennio, ha scritto la giuria, "ha sempre osservato con consapevolezza le regole date e condivise, promuovendone l’osservanza anche tra i compagni", ha "sempre supportato di propria iniziativa i compagni e collaborato con tutti in modo costruttivo, promuovendo un ambiente sano e inclusivo. Ha dimostrato sensibilità e responsabilità, ha saputo operare scelte autonome... elle situazioni conflittuali, ha sempre cercato strategie costruttive, riconoscendo nel dialogo e nel confronto un’occasione di crescita...". La seconda borsa assegnata ad Annalisa Fresoli che, ha sottolineato la giuria, nel corso del triennio "ha instaurato con tutti i componenti della comunità scolastica un rapporto corretto, collaborativo e rispettoso delle regole di convivenza civile", ha colto "negli ostacoli un’opportunità di crescita culturale e personale", ampliato le proprie conoscenze e migliorato le proprie abilità, "soprattutto sociali e civiche, dimostrando maggiore consapevolezza e serietà nella partecipazione quotidiana ai diversi momenti di vita scolastica".

M.L.