Pini abbattuti, dolore di Italia Nostra: "Necessario un piano del verde"

La presidente Emanuela Biso ricorda l’ìmportanza degli alberi per la salute. "Non esistono pericoli"

Pini abbattuti, dolore di Italia Nostra: "Necessario un piano del verde"
Pini abbattuti, dolore di Italia Nostra: "Necessario un piano del verde"

"Prima di abbattere gli alberi il Comune dovrebbe dotarsi di un piano del verde". Anche Emanuela Biso come cittadina e presidente di Italia nostra sezione apuo – lunense interviene sul taglio dei pini che sta avvenendo tra la salita San Ceccardo e la via don Minzoni. "So bene che quello che scrivo a proposito della strage di alberi a Carrara non avrà nessun risultato pratico – scrive la presidente Biso –, ma mi sono sentita in dovere di esprimere il mio grande dispiacere per ciò che sta accadendo. Quando muore una persona si fanno le condoglianze, se la persona è morta di morte violenta si fanno delle indagini, invece uccidere gli alberi sembra una cosa normale. Non ci rendiamo conto che gli alberi sono vivi e ci fanno vivere. L’ossigeno il profumo, l’ombra, la bellezza dei pini del viale San Ceccardo e Canal del Rio rimarranno un ricordo". L’intervento di Biso è solo l’ultimo in ordine di tempo. "Sono pini vecchi e malati, ci diranno – prosegue la presidente di Italia nostra –, li abbattiamo per legittima difesa perché sono pericolosi, ma non ci rendiamo conto che il pericolo e il rischio sono dappertutto. E a Carrara dove tutto appare pericolante, a incominciare dall’ospedale e dal Politeama ce la prendiamo con gli alberi. Ma a Carrara tutti gli alberi sono ammalati e pericolosi?". "Il fatto più grave è però che questi alberi vengono abbattuti ma non si sa cosa accadrà dopo – conclude Biso – perché succede sempre che i Comuni hanno i soldi per tagliare, ma non per ripiantare. Un ragionamento logico direbbe che prima il Comune dovrebbe fare un piano del verde (richiesto da tempo da tutti gli ambientalisti), e poi abbatta ciò che è necessario. Mi domando perché invece si fa il contrario. È così difficile fare un progetto di verde urbano, o manca la volontà politica per farlo? Di questi giorni la notizia che Carrara è diventata capoluogo. Se questo passaggio non è solo simbolico, ma porta vantaggi concreti, possiamo forse sperare che si abbia più cura del verde urbano che è l’unico rimedio contro l’inquinamento. Vogliamo tutti una città più verde e più sana".