Omaggio a Baracchini, asso dei cieli. Una perfetta replica del suo aereo

Il progetto di Ermete Grillo sbarca al Museo dell’Aeronautica: è dedicato al mitico pilota nato a Villafranca "Il tempo che scorre ha sbiadito il suo ricordo ma la Lunigiana è ancora legatissima al suo eroe".

Omaggio a Baracchini, asso dei cieli. Una perfetta replica del suo aereo

Omaggio a Baracchini, asso dei cieli. Una perfetta replica del suo aereo

Il Museo prende vita, con tutti gli eroi del passato. Compreso Baracchini. Nell’ambito dei festeggiamenti legati al centenario dell’Aeronautica Militare, il Progetto HD.1 Baracchini è stato invitato ad animare il Museo storico dell’Aeronautica Militare a Vigna di Valle durante il suo open day.

Un’occasione senza precedenti per gli appassionati che hanno potuto camminare ammirando aeroplani unici, circondati da rievocatori con uniformi storiche. Più di ottomila le persone hanno deciso di approfittare dell’occasione per visitare questo museo, per la prima volta nel nostro Paese, animato da rievocatori. Tra i tanti appassionati c’era anche Ermete Grillo, lunigianese di origine e residente a Pisa, che sta realizzando la perfetta riproduzione dell’Hanriot HD.1, pilotato da Flavio Torello Baracchini. Il progetto è ambizioso e legato strettamente a Villafranca, città natale del famoso e temerario pilota che ha dato nome a un palazzo e al comprensivo di Villafranca Bagnone. "Ho vestito, in tutti i sensi, i panni dell’Asso villafranchese – racconta – grazie all’uniforme di Baracchini che mi sono fatto riprodurre sfruttando foto originali dell’epoca. Vestire l’uniforme perfettamente identica a quella di Baracchini, con il suo aeroplano di fianco, mi ha permesso di raccontare a migliaia di persone le origini, il coraggio e l’unicità dell’Asso della Grande Guerra, tanto importante quanto poco conosciuto".

Ermete Grillo ha scoperto Baracchini quasi per caso, ha letto molto su di lui e visto il suo aereo al Museo Storico di Vigna di Valle. Il re glielo aveva regalato per i meriti in battaglia, fu un asso del Servizio Aeronautico del Regio Esercito. Rievocazione, ma non solo, Grillo sta lavorando, nel suo tempo libero, per ricostruire il velivolo di Baracchini.

E’ un tipo di aeroplano francese, progettato da Emile Dupont e costruito in Italia su licenza Hanriot dalla S.A. Nieuport - Macchi di Varese, che ne produsse 901. Ci vorrà tempo e pazienza per assemblarlo, ma è molto determinato. Mesi fa ha incontrato gli studenti della scuola Baracchini per raccontare la vita dell’eroe e ha presentato il suo progetto anche a Lucca, sempre nel contesto delle celebrazioni del centenario dell’Aeronautica Militare a Lucca.

"Il tempo che scorre ha sbiadito il suo ricordo - aggiunge -, il suo coraggio e l’amore che aveva per la sua Patria. Baracchini è un ragazzo che, insieme ad un’intera generazione, ha sacrificato la giovinezza per difendere la Patria. La sua medaglia d’oro al valor militare ancora brilla a Villafranca, siamo orgogliosi di lui, era un eroe".

Monica Leoncini