Natura in mostra Indagando le nostre origini

Installazioni ambientali al Laghetto Maserino di Mulazzo. Un’idea di Virginia Zanetti con Rossana Ciocca, Sabrina Drigo e Cristina Capretti

Natura in mostra Indagando le nostre origini
Natura in mostra Indagando le nostre origini

E’ già un punto di riferimento per gli amanti della biodiversità e della pesca, ora è anche la sede della mostra permanente “Io natura“. L’idea è venuta dall’artista Virginia Zanetti con Rossana Ciocca, Sabrina Drigo e Cristina Capretti: un progetto multidisciplinare che prevede l’incontro tra pratiche scientifiche e spirituali, per indagare attraverso la “memoria dimenticata“ le nostre origini sulla terra. La mostra è stata inaugurata sabato al Laghetto Maserino. I promotori dell’iniziativa hanno presentato un’opera video nel tentativo di esplorare ricordi ancestrali, sperimentando con la mente e il corpo la memoria. Attraverso l’arte relazionale il progetto ha coinvolto 20 ragazzi della scuola media ’Dante Alighieri‘ di Arpiola, l’ambientalista Alex Borrini e il restauratore Claudio Antonio Paolini che, con il coordinamento della promotrice, hanno realizzato delle installazioni ambientali permanenti. Sono stati costruiti da Paolini i ‘9 Bastoni dei Viandanti’ per contribuire allo sviluppo sostenibile del patrimonio territoriale, facendo così sentire i giovani mulazzesi, custodi della tradizione del camminar lento: un omaggio alla Via Francigena.

Lo sfondo naturale è quello del Laghetto Maserino a Groppoli, in mezzo al verde lungo il fiume Magra e la pista ciclabile dei castelli. Il sito, 12mila metri quadrati di cui 5.600 occupati dal laghetto, è un’oasi recuperata attraverso un progetto di riqualifica dell’area boscata che ha migliorato anche l’accesso. Il bosco e l’acqua rappresentano il cuore dell’area e il progetto del Comune ha tutelato e valorizzato l’importante patrimonio naturale ancora integro e incontaminato, garantendone la piena e libera fruibilità, esaltando il valore sociale, ricreativo, turistico e ambientale. "Il Comune di Mulazzo, membro del Circuito Cittaslow, – ha detto il sindaco Claudio Novoa – ha sostenuto con orgoglio il progetto di Virginia ‘Io Come Natura’ che ben rappresenta i valori del nostro patrimonio territoriale e i punti di forza di un turismo sostenibile".

Lo sviluppo artistico e i workshop con i 20 ragazzi coinvolti, sono stati ideati e condotti dall’artista Virginia Zanetti che ha utilizzato un metodo di lavoro interdisciplinare e partecipato: dopo un primo laboratorio al Laghetto Maserino con il contributo dell’ambientalista, un secondo appuntamento in palestra con l’insegnante del metodo Feldenkrais. Seguendo i fondamenti del procedimento il gruppo ha ripercorso i movimenti che diverse specie di piante, insetti e animali compiono nel loro processo vitale. I ragazzi sono stati invitati a fare un viaggio alle origini della memoria personale e collettiva dell’evoluzione della vita sulla terra, attraverso la riattivazione di processi di memoria muscolare e corporea. "E’ stato un progetto complesso ed impegnativo per l’aspetto interdisciplinare e relazionale – ha aggiunto Virginia Zanetti –. Un’azione profonda con i giovani come protagonisti e la co-cocreazione di sentieri e installazioni ambientali permanenti ispirate al bastone del viandante. Queste opere interagiranno grazie ai Qr code, con i visitatori del Laghetto Maserino".

Natalino Benacci