Iniziata l’era Moriconi a Fosdinovo: "Il mio grazie va a tutti gli elettori"

Presentata al Castello Malaspina la squadra che andrà ad amministrare il paese per i prossimi cinque anni

Iniziata l’era Moriconi a Fosdinovo: "Il mio grazie va a tutti gli elettori"

Iniziata l’era Moriconi a Fosdinovo: "Il mio grazie va a tutti gli elettori"

’Inizia’ l’era Moriconi: "Ringraziamenti a tutti i cittadini indistintamente per aver esercitato il diritto di voto". Ed ha ancora prevalso la sinistra a Fosdinovo, in questa suggestiva parte di Lunigiana che guarda il mare. E’ nel locale Castello Malaspina che inizia dunque ’l’era Moriconi’ a Fosdinovo dove, nel primo consiglio comunale, dopo il giuramento il neo eletto sindaco ha ringraziato tutti i cittadini indistintamente, per aver esercitato il loro diritto di voto.

Ha avuto poi parole d’elogio per coloro che l’hanno votato, per i sostenitori, le famiglie dei candidati ed il personale del Comune di Fosdinovo per l’accoglienza e professionalità dimostrate. Un Consiglio molto partecipato dove Antonio Moriconi, primo cittadino di Fosdinovo ha presentato i nuovi assessori e consiglieri comunali. Questi i loro nomi con gli incarichi affidati: Orazio Arfanotti: vicesindaco ed assessore ai Lavori Pubblici e Polizia Municipale; Milena Cucchiara:assessore a Servizi scolastici e Turismo; Guido Dazzi: assessore a Urbanistica, Ambiente e Territorio; Floriana Lichene: assessore a Cultura, Attività Produttive e Sostenibilità filiere corte. Leonardo Di Casale: consigliere Presidente del Consiglio Comunale; Maurizio Lazzini: consigliere con delega alla Promozione della Salute; Cristian Morotti: consigliere con delega alla Comunicazione ed allo Sport; Aurora Bernardini: consigliere con delega alle Politiche Giovanili, alle Pari Opportunità ed alla Cultura della Pace. Per quanto riguarda le opposizioni, a sedere sui banchi consiliari: Francesco Fruendi e Paola Galiati per la lista di destra e Rosa Sardella e Lucia Spadoni per la lista civica. Intanto, è stata emanata l’ordinanza numero 29 del 19 scorso avente per oggetto: "L’obbligo di taglio di siepi e rami che sporgono sulla pubblica via".

"Noi l’abbiamo chiamato ’decoro’ -precisa il sindaco Antonio Moriconi- basti pensare che nei giorni scorsi, in questo momento eccettuato il capoluogo, abbiamo fatto pulire tutti i cimiteri ed ieri abbiamo eseguito una variazione di bilancio, quella che si poteva, 5.000 euro, per dare inizio allo sfalcio del verde pubblico. Del resto - termina il primo cittadino - se vogliamo essere una comunità che funziona dobbiamo confidare nel contributo di tutti, privati compresi".

Roberto Oligeri