”32 mesi per finire i lavori...“. La ‘rivincita‘ di Raspini

Il leader del Pd a Lucca, Francesco Raspini, critica la lentezza dei lavori a viale San Concordio e invita a riflettere prima di avviare nuovi progetti. Fa anche notare la mancanza di attenzione verso la tenuta del canale Benassai.

”32 mesi per finire i lavori...“. La ‘rivincita‘ di Raspini
”32 mesi per finire i lavori...“. La ‘rivincita‘ di Raspini

"Ci sono voluti 32 mesi per finire il cantiere di viale San Concordio - di cui 20 sotto questa amministrazione - e questo dovrebbe indurre qualcuno a chiedere scusa per le scempiaggini sparate quando stava all’opposizione". Ecco il commento del leader in consiglio comunale del Pd Francesco Raspini che sottolinea, nel compiacersi della fine dei lavori, come i vincoli della soprintendenza e i sottoservizi da spostare che hanno reso questo lavoro molto complicato ci siano sempre stati. Anche quando lui era assessore ai lavori pubblici finendo al centro dell critiche per i tempi lunghi.

"Chi prometteva soluzioni miracolose ha dovuto fare i conti con la realtà – aggiunge – magari, visto che ci sono voluti tre anni per chiudere questo buco, sarà bene pensarci prima di aprirne un’altro, ben più complicato, fuori Porta Santa Maria". Ogni riferimento è legato all’ipotesi del contestato parcheggio interrato fuori Porta Santa Maria che l’attuale maggioranza (non senza evidenti mal di pancia interni) intenderebbe realizzare in cambio della chiusura al traffico non dei residenti di una porzione della zona nord del centro storico.

"A margine – conclude Raspini – che fine hanno fatto le preoccupazioni sulla tenuta del canale Benassai? Prima delle elezioni per qualcuno dei nostri amministratori sembrava una questione della massima urgenza. Abbiamo scoperto che in quasi due anni - nonostante il cantiere aperto e le ditte sul posto - nessuno ha pensato di fare una video ispezione per verificare lo stato di conservazione della copertura. Forse c’erano altre ‘priorità‘...".