Giovanni Plotegher ha ottenuto quello che voleva: patteggiare quattro anni di reclusione per le accuse di furto aggravato, autoriciclaggio e concorso in riciclaggio mosse nei suoi confronti dal pm Federica Mariucci per le vicende connesse al suo vecchio ruolo di direttore della filiage della Carige a Vernazza

Ieri la sentenza del giudice dell’udienza preliminare Fabrizio Garofalo ad epilogo dell’inchiesta della Guardia di finanza che nel maggio 2019 aveva portato all’arresto dell’indagato eccellente. Gli investigatori delle fiamme gialle avevano accertato che, tra il 2015 e il 2018 Plotegher aveva sottratto un milione di euro dalla filiale di Vernazza, metà dal bancomat e il resto da alcuni conti correnti di clienti. Aveva poi versato somme in contanti in ristoranti e bar a lui riconducibili, in conti correnti aperti da amici e in una polizza vita. Assistito dagli avvocati di fiducia Andrea Corradino e Silvia Rossi, Plotegher è arrivato a centrale l’obiettivo del patteggiamento dopo aver dato prova di provvedere al risarcimento della banca. Pende anche una confisca per equilalente di 650mila euro. Quanto ai due imputati di concorso in riciclaggio, Fredrik Nicora ha patteggiato 2 anni e Andrea Battistini esce di scena con un 1 anno e 10 mesi per effetto del rito abbreviato; per entrambi, pena è sospesa.

Corrado Ricci