Il sindaco. Fabrizia Pecunia
Il sindaco. Fabrizia Pecunia

La vecchia ‘stazione’ della funicolare di Groppo ha le ore contate. É stato allestito in questi giorni infatti il cantiere commissionato dal Comune di Riomaggiore per demolire l’antico manufatto oggi ridotto a un rudere pericolante. Un pezzo della storia del territorio rivierasco: utilizzato come collegamento rapido tra Groppo e Manarola, la vecchia funicolare fu dismessa nell’immediato secondo dopoguerra, e da allora il suo ‘scheletro’ è ben visibile tra i terrazzamenti a picco sul mare che circondano la piccola frazione. Le opere di demolizione, che inizieranno nei prossimi giorni, sono rese possibili grazie a un finanziamento statale intercettato dall’amministrazione guidata dal sindaco Fabrizia Pecunia: 110mila euro, arrivati direttamente dal ministero dell’Interno, che saranno utilizzati per distruggere l’ecomostro e per la risistemazione ambientale della zona. "Finalmente dopo anni riusciamo ad abbattere quella vecchia costruzione – spiega il sindaco Pecunia –. Il cantiere è stato allestito nei giorni scorsi, e a breve partiranno le operazioni". Intanto la giunta ha approvato il piano definitivo per la mitigazione del rischio di caduta massi lungo la zona di approdo dei traghetti e la viabilità di accesso della Fossola. La spesa prevista è di 600mila euro.