Società e impianti: "Fateci usare quella pista"

L’Asd Pattinaggio artistico Costa d’Argento ha chiesto al Comune di allenarsi nello spazio di Neghelli. "Sono passati 8 mesi, nessuna risposta".

Società e impianti: "Fateci usare quella pista"

Società e impianti: "Fateci usare quella pista"

"L’utilizzo della pista di pattinaggio polivalente di Neghelli va regolamentato e l’Asd Pattinaggio Artistico Costa d’Argento ha chiesto al Comune di poterne usufruire, ma a distanza di otto mesi da tale richiesta non ci sono state risposte".

E’ quanto dice Sandro Carboni, presidente della società lagunare, che vorrebbe utilizzare la pista "per permettere alle nostre atlete, regolarmente iscritte e assicurate Uisp, di allenarsi per i Campionati nazionali". "Attualmente – dice Carboni – l’utilizzo della pista, come previsto per tutti gli impianti sportivi, è riservato solo ad utenti con assicurazione individuale per infortunio e danni a cose o persone. ma il Comune fa controlli per verificarne il corretto utilizzo? Sembrerebbe di no, ad oggi accedono all’interno della pista con biciclette, palloni da calcio, motorini, cani. L’Asd Pattinaggio Artistico Costa d’Argento è una associazione presente sul territorio da anni, ad oggi non ha ancora ottenuto uno spazio idoneo per svolgere la propria attività sportiva. Tenendo conto che l’unico spazio disponibile è quella pista di pattinaggio, proponiamo di regolamentarne l’utilizzo per garantire columità delle nostre ragazze concedendoci l’utilizzo esclusivo per 4 ore al giorno 5 giorni su 7. Nelle ore concesse all’Associazione, l’utilizzo della pista sarà ad esclusivo utilizzo delle atlete regolarmente iscritte e assicurate Uisp, garantendo e sollevando il Comune da ogni responsabilità di infortuni o danni a cose e persone".

Inoltre, dice ancora il presidente, "L’associazione si prende l’onere di pulizia e manutenzione ordinaria della pista, di garantire che durante tale tempo non vi saranno schiamazzi che possano disturbare la quiete pubblica. Nelle ore concesse ad uso esclusivo dell’associazione sarà espressamente vietata ogni forma di utilizzo dell’impianto sportivo diversa da quella prevista in accordo con il Comune, e nel caso di gare o manifestazioni con pubblico, l’associazione si fa carico di garantire il rigoroso rispetto della normativa in materia di misure di sicurezza per gli spettatori".

Inoltre, nella proposta avanzata al Comune, l’Asd si impegna "a mantenere la polifunzionalità della pista dando spazio alle scuole cittadine, alle associazioni ed enti per persone diversamente abili, alle manifestazioni promosse o patrocinate dall’Amministrazione comunale".