Parrocchia di Alberese. Che impegno per i giovani

L’arrivo di don Alessio ha portato una ventata di novità nella comunità cattolica della frazione di Grosseto. Per la prima volta è stato organizzato anche il Grest.

Parrocchia di Alberese. Che impegno per i giovani

Parrocchia di Alberese. Che impegno per i giovani

Da quando è arrivato ha portato con sé il vento del cambiamento. Una ventata di freschezza, che non guasta mai, ma anche in senso figurato perché tantissimi giovani si sono avvicinati alla Chiesa. Quel che è un cambiamento, arrivato grazie all’operato di una persona, vuole essere la normalità, quel pizzico di regolarità che non deve mai essere persa. Don Alessio ha riportato il colore, perché è questo ciò che sono i bambini e i ragazzi della parrocchia Santa Maria ad Alberese. "Sono arrivato ad Aberese il primo di aprile – dice – che quest’anno era proprio il lunedì dell’Angelo e non so se sia un caso, e sono stato mandato dal vescovo Giovanni Roncari". Chissà di quali segreti è in possesso don Alessio in fondo, stando a quanto afferma, meno di quanti si possano pensare anche se c’è un unico e potente. "La mia energia viene da Gesù – -afferma – lavoro sempre con gioia anche se questa sarà una permanenza transitoria. È il destino di noi sacerdoti, sono stato mandato a guidare una società e cerco di dare indicazioni per il futuro della comunità. Ormai sono 21 anni che sono un sacerdote, quando il mio incontro con Cristo mi ha sconvolto la vita, rendendola bellissima e ora quel che faccio è con tanto amore". "Ad Alberese sono stato accolto bene e mi sono ambientato subito –ricorda –ho colto quello che c’era, perché il problema vero era che i giovani non frequentavano piu la parrocchia, però ho messo tutto insieme, ed è stato semplice. Abbiamo fatto bandi per raccogliere fondi per ristrutturare l’oratorio coinvolgendo proprio tutti. E poi da quest’anno per la prima volta c’è il Grest, solo quarant’anni fa facevano le colonie. Non ho fatto nulla di nuovo ma ho cercato di recuperare con il linguaggio della pedagogia. È stato il primo passo con due settimane di Grest per i giovani dalla terza elementare alla terza superiore svolgendo la mattina attività di catechesi, Vangelo del cuore e preparazione dello spettacolo. Ma abbiamo anche venduto i biscotti, ciondoli, che hanno preparato i bambini nei laboratori, facendo anche teatro e ovviamente qualche ora al mare. Il 12 settembre ripartiremo dopo la pausa estiva, con il rinnovamento della catechesi quindi ogni settimana faremo degli incontri di gioco per riattivare l’attività di chiesa e appena avremo fondi ristruttureremo l’oratorio per avere delle strutture anche per giochi all’aperto mettendo in sicurezza il campo da calcio e di basket che sono in stato di abbandono, non dimenticandoci delle famiglie e degli ammalati". Con il suo arrivo, Don Alessio, ha fatto tanto, nonostante secondo le sue dichiarazioni può sembrare semplice, è tutt’altro che facile.

Maria Vittoria Gaviano