Ospedale e servizi sanitari: "Organici risicati e riposi a rischio. Asl e Comune, ma dove siete?"

Gli esponenti amiatini della Lega segnalano carenze. "Mancano anche alcune apparecchiature"

Ospedale e servizi sanitari: "Organici risicati e riposi a rischio. Asl e Comune, ma dove siete?"

Ospedale e servizi sanitari: "Organici risicati e riposi a rischio. Asl e Comune, ma dove siete?"

Tra il personale dell’ospedale di Castel del Piano sta montando un sentimento di malcontento e a denunciarlo sono gli esponenti locali della Lega, Luca Salvadori e Maria Rosa De Masi, quest’ultima responsabile della sanità della sezione amiatina. Salvadori e De Masi invitano tutti, soprattutto Asl e Comune, a prestare massima attenzione.

"In particolare – spiegano gli esponenti della Lega – medici e infermieri lamentano il fatto che, a causa dell’atavica carenza di personale, soprattutto infermieristico e Oss, non riescono a poter usufruire delle ferie, un diritto da tutelare anche nell’interesse dei pazienti, o addirittura vengono richiamati in servizio nei giorni di riposo e persino dalla malattia. Per quanto riguarda la Radiologia, solo per fare un esempio, attualmente è rimasto in servizio attivo solo un medico radiologo. Per non parlare poi dei servizi ambulatoriali dove a breve ci saranno dei pensionamenti e, al momento, non si conosce assolutamente l’esistenza di piani di sostituzione del personale che andrà in quiescenza".

"Altro di cui ci siamo già occupati e continueremo a farlo – proseguono De Masi e Salvadori – è la dotazione di apparecchiature adeguate nell’area trasfusionale, dove il personale addetto è ancora in attesa che venga consegnata la nuova macchina della plasmaferesi, dopo che la vecchia era stata smantellata perché ritenuta ormai obsoleta, ma mai sostituita".

Questa carenza sta creando un ulteriore disagio ai donatori e ai pazienti che necessitano di una trasfusione.

"Chiediamo – ribadiscono – che la Asl e la Regione Toscana si attivino prontamente, magari anche attraverso una soluzione temporanea come potrebbe essere quella di assumere personale interinale, affinché l’ospedale di Castel del Piano possa almeno avere un’organizzazione adeguata a sostenere il sovraccarico di lavoro che si verifica durante la stagione estiva".

Poi i due consiglieri annunciano un’iniziativa. "Abbiamo in programma – dicono – di visitare a breve l’ospedale assieme al consigliere regionale Giovanni Galli, per portare in Regione i problemi della sanità amiatina e suggerire le necessarie soluzioni che provengono anche dalla consueta attenzione che poniamo nell’ascoltare i diretti interessati e i cittadini".