"La città ricoperta di vergogna. Carla Minacci esca dal silenzio"

Grosseto è di nuovo ricoperta di vergogna a causa degli insulti sessisti del consigliere comunale Vasellini ad Elly Schlein e Rosy Bindi. I consiglieri comunali chiedono che la presidente della Commissione Pari opportunità convochi immediatamente la Commissione per discutere il caso.

"La città ricoperta di vergogna. Carla Minacci esca dal silenzio"
"La città ricoperta di vergogna. Carla Minacci esca dal silenzio"

"Gli insulti sessisti ad Elly Schlein e Rosy Bindi contenuti in un post pubblicato dal consigliere comunale Andrea Vasellini sono diventati un caso nazionale, ricoprendo nuovamente di vergogna la nostra città e, soprattutto, offendendo tutte le donne". Iniziano così Carlo De Martis e Marilena Del Santo, consiglieri comunali di Grosseto Città Aperta. "Per questo – inizia Marilena Del Santo – chiediamo che la presidente della Commissione Pari opportunità, Carla Minacci, esca dal suo imbarazzante silenzio e convochi immediatamente la Commissione affinché sia discusso il caso Vasellini. Certo la vicenda non può stupire più di tanto. Vasellini è il capogruppo della lista del sindaco Vivarelli Colonna e ‘delfino’ del primo cittadino. Evidentemente non ha voluto essere da meno del ‘maestro’, già responsabile di gravissime uscite pubbliche sessiste e misogine".

"Come consiglieri comunali – afferma Carlo De Martis – al di là delle rispettive appartenenze politiche abbiamo tutti il dovere di rispettare le istituzioni e la comunità che rappresentiamo. Per questo è intollerabile che un consigliere si renda autore addirittura di forme di body shaming contro le donne. E dire che proprio quest’anno l’aula consiliare, della quale il Vasellini nonostante tutto continua a fare parte, ha ospitato gli studenti partecipanti al progetto ‘Con ogni mezzo’, volto ad esaltare il concetto della libertà di comunicare. Una lezione importante che, evidentemente, il consigliere Vasellini non ha ancora compreso".