L’eolico della discordia. Pitigliano: parco bocciato 500 volte

Alto il numero delle osservazioni contrarie presentato al ministero. Gentili: “La comunità è unita e determinata. Ne abbiamo parlato a Giani”

L’assemblea pubblica al "Salvini"

L’assemblea pubblica al "Salvini"

Pitigliano, 26 febbraio 2024 – La comunità della Città del Tufo dice "no" all’impianto eolico progettato in zona Rempillo e a conferma di ciò ci sono le oltre 500 osservazioni presentate contro le sei pale eoliche. I termini per presentare le osservazioni sono scaduti e il sindaco di Pitigliano, Giovanni Gentili, in prima linea contro questo progetto, si è detto molto soddisfatto della partecipazione attiva della popolazione.

"Una vera mobilitazione popolare – ha detto Gentili – ha risposto al progetto per l’installazione di pale eoliche in località Rempillo. Sono oltre 500 le osservazioni presentate contro la realizzazione del progetto di parco eolico presentato da Sorgenia. Siamo orgogliosi e ringraziano la popolazione che ha fatto levare alta la sua voce contraria. C’è stata una partecipazione globale e consapevole. Insieme, a partire dal comitato MaremmAttiva, che si occupava del supporto alla presentazione dei quesiti, abbiamo contribuito ad un primo, importante risultato straordinario che ha unito la comunità in un unico obiettivo: fermare il progetto".

Un sostegno è arrivato anche dai territori vicini. "La volontà di impedire la realizzazione di un parco eolico nel pianoro di Pitigliano ha coinvolto tutti – ha proseguito Gentili – e per questa condivisione ringraziamo anche i comuni limitrofi, le associazioni di categoria e i vari comitati che hanno contribuito anche con le loro osservazioni".

Insomma, si è trattato di una mobilitazione diffusa e fondamentale è stato il lavoro concreto dei comitati che hanno reso questa iniziativa di contrasto forte. "Il Comune – prosegue Gentili – è unito alla sua popolazione a tutela del territorio di tutti. Abbiamo cominciato a dire no a partire dall’assemblea pubblica dello scorso 13 febbraio e favorendo e supportando la raccolta delle osservazioni nei locali della biblioteca e con le competenze dell’ufficio tecnico. Per quanto riguarda i pareri abbiamo approvato una delibera di giunta molto dettagliata presentata al ministero. L’ufficio tecnico sta infine definendo il parere tecnico da girare alla Regione Toscana entro il 29 febbraio".

Il sindaco di Manciano e quello di Pitigliano hanno incontrato il presidente della Regione, Eugenio Giani, e gli hanno riportato le istanze delle popolazioni e delle amministrazioni. "Giani – ha concluso Gentili – ha espresso la volontà di approfondire la questione dimostrandosi, almeno in questa fase, sensibile alle esigenze del territorio".