Controlli nelle case sovraffollate. Misure per aumentare la sicurezza

Dopo l’ondata di furti in abitazioni il sindaco Michele Bartalini garantisce che la situazione è migliorata. Ma l’Amministrazione comunale sta lavorando per disinnescare eventuali situazioni di potenziale rischio.

Controlli nelle case sovraffollate. Misure per aumentare la sicurezza

Controlli nelle case sovraffollate. Misure per aumentare la sicurezza

Dopo l’ondata di furti in abitazioni e la recente rapina ai danni di un turista straniero a Castel del Piano, nei paesi di montagna il clima sembra essere tornato abbastanza alla normalità. Per Castel del Piano garantisce il sindaco di Castel del Piano, Michele Bartalini impegnato nelle scorse settimane a mantenere rapporti stretti con le locali forze di sicurezza. "Siamo in stretto contatto con i nostri carabinieri – spiega Bartalini – e abbiamo un ottimo rapporto con il maresciallo della nostra stazione. Lavoriamo in sinergia e in collaborazione. Lo stesso vale per le forze di polizia municipale, anch’esse impegnate sul fronte di controlli per garantire sicurezza". L’incontro con il Prefetto di Grosseto è stato propositivo. "Dalla Prefettura ci hanno chiesto più controlli – prosegue – e un incremento dei sistemi di sicurezza e video sorveglianza". Un tema che il comune di Castel del Piano dovrà affrontare è l’istituzione del controllo del vicinato. "Ad oggi solo Arcidosso ce l’ha - dice Bartalini - credo che servirebbe in ogni comune, basta che rimanga come controllo e aiuto nelle comunicazioni e non come leggi fai da te". Tra gli ultimi documenti del 2023 approvati dal consiglio comunale di Castel del Piano c’è il nuovo regolamento locale d’igiene e sanità per il contrasto al fenomeno del sovraffollamento abitativo. A questo punto, a inizio 2024 partiranno i controlli soprattutto nelle abitazioni già sorvegliate in passato. "Al fine di garantire la salubrità e la vivibilità delle abitazioni - ribadisce il sindaco Bartalini – in base alle dimensioni dell’immobile potranno soggiornare un numero massimo di persone; ad esempio, in un appartamento di 56 metri quadrati, non potranno soggiornare più di quattro persone, mentre in un appartamento di 66 metri quadrati il numero massimo di abitanti sarà di 5 persone". Il mancato rispetto dei parametri richiamati dal regolamento comporterà l’applicazione di una sanzione pecuniaria nei confronti di chi ha la disponibilità materiale dell’immobile, nonché nei confronti del proprietario o il titolare di diritti reali o personali di godimento sull’abitazione. Il regolamento è stato approvato di recente anche dal consiglio comunale di Arcidosso.

Nicola Ciuffoletti