La storia incredibile di Follonica: a più di un anno dal primo turno delle elezioni amministrative per scegliere il ’nuovo’ sindaco, ancora non si sa con certezza quando potrà svolgersi il turno di ballottaggio proprio per effettuare questa scelta. Tutto dipenderà dalla data in cui sarà fissato l’election–day: regionali e ballottaggio tutto insieme. Rumors sempre più convinti dicono che si andrà a votare il 20 e il 21 settembre, ma a livello ufficiale si è fermi alla lettera b) del comma 1 dell’articolo 1 del decreto legge 26 dello scorso 20...

La storia incredibile di Follonica: a più di un anno dal primo turno delle elezioni amministrative per scegliere il ’nuovo’ sindaco, ancora non si sa con certezza quando potrà svolgersi il turno di ballottaggio proprio per effettuare questa scelta. Tutto dipenderà dalla data in cui sarà fissato l’election–day: regionali e ballottaggio tutto insieme. Rumors sempre più convinti dicono che si andrà a votare il 20 e il 21 settembre, ma a livello ufficiale si è fermi alla lettera b) del comma 1 dell’articolo 1 del decreto legge 26 dello scorso 20 aprile, convertito in legge pochi giorni fa. Lì si dice, in sostanza, che il ballottaggio potràdovrà tenersi tra il 15 settembre e il 15 dicembre. Stessa finestra temporale assegnata per il rinnovo dei consigli regionali e ciò significa, appunto, election-day. Ammesso, dunque, si voti davvero il 20 e il 21 settembre, l’altra domanda che si fanno i follonichesi è: "chi potrà andare a votare?". Già, perché in fondo, come detto, è passato più di un anno e in tutti questi mesi il corpo elettorale si è profondamente modificato. Ci sono i nuovi maggiorenni; le persone decedute; i nuovi residenti e coloro che si sono trasferiti altrove. Come funziona? Per rispondere a questa domanda La Nazione ha chiesto aiuto alla prefettura di Grosseto. Ebbene: anche se è trascorso più di un anno dal primo turno è come se la ’sessione elettorale’ per l’elezione del sindaco di Follonica fosse ancora aperta e dunque il corpo elettorale è lo stesso identico di quello verificato per il primo turno del 26 maggio 2019, epurato delle persone che nel frattempo sono decedute e di quelle che per un motivo o per l’altro hanno perso il diritto di voto. Chi dal 27 maggio 2019 a oggi ha compiuto 18 anni, dunque, non vota. Come non ha diritto a scegliere il sindaco chi dal 12 maggio 2019 a oggi avesse preso la residenza a Follonica provenendo da altro Comune. I nuovi residenti potranno votare solo per le altre consultazioni ricomprese nell’election–day. Inoltre, coloro che alla data dell’11 maggio 2019 (giorno in cui è scattato il cosiddetto ’blocco liste’) erano residenti a Follonica e che in questo ultimo anno si sono trasferiti altrove verranno ’richiamati’. O meglio: verranno informati del ballottaggio e se vorranno potranno tornare a Follonica per votare. Se non hanno più la tessera elettorale, l’ufficio preposto del Comune di Follonica rilascerà loro apposita certificazione. Chi, invece, dovesse aver cambiato domicilio o residenza restando però all’interno del Comune di Follonica, per il turno di ballottaggio dovrà recarsi a votare nella stessa sezione elettorale in cui ha votato il 26 maggio 2019 e per le altre consultazioni voterà nella sezione elettorale attribuita alla nuova residenza.

Andrea Fabbri