Il vincitore Jilali Jamali (foto Regalami un sorriso onlus)
Il vincitore Jilali Jamali (foto Regalami un sorriso onlus)

Scandicci, 16 febbraio 2020 - Diciassettesima edizione della Mezza Maratona di Scandicci con il record di partecipanti alla maratonina (1.161 iscritti), oltre 4mila partecipanti nel complesso se si contano le circa 3mila persone che hanno preso parte alla Passeggiata della Legalità. Grande festa alla partenza da via Pantin a Scandicci, con il via dato dal Sindaco Sandro Fallani. Il ricavato andrà a progetti sociali a sostegno delle cooperative attive nella gestione e recupero dei terreni confiscati alle mafie.

A organizzare la Mezza Maratona e la Passeggiata, nell’ambito del programma cittadino di educazione alla Legalità, sono stati la Asd Podistica il Ponte, il Comune di Scandicci, Libera, le scuole cittadine e le associazioni del Social Party; alle iniziative del programma di educazione alla Legalità hanno partecipato Alfio Curcio, Presidente della Cooperativa Libera Terra Beppe Montana.

LA CLASSIFICA COMPLETA (clicca qui)

Tra gli uomini vince Jilali Jamali (Gp Parco Alpi Apuane) in 1h10'33'' davanti a Filippo Bianchi (Il Ponte Scandicci) in 1h10'36'' e Samuele Oskar Cassi (Atl. Calenzano) in 1h12'22'', tra le donne si impone Ilaria Lasi (Atl. Vinci) in 1h'23'44'' davanti a Michela Menegon (Pol. Volte Basse) in 1h25'08'' e Maria Rosa Costa Gs Gabbi) in 1h26'51''. Per Jamali quello di oggi è il quarto successo dopo le vittorie nel 2014, 2016 e 2017.

Accanto alla mezza maratona si è corsa anche la staffetta a due: prima posizione per la coppia del Gs Maiano composta da Ayoub Bouras e Abdeloulamed Lablaida. Prima coppia interamente femminile è stata quella composta da Katia Ruggeri e Simona Conti (La Fontanina) in 1h40’23”.

Oltre 200 i volontari dispiegati lungo il percorso completamente chiuso al traffico: la gara è filata via senza intoppi, grazie anche al puntuale lavoro delle associazioni di volontariato come Humanitas Scandicci, Misericordiae e Comitato di Firenze della Croce Rossa Italiana, senza dimenticare il contributo del Comune di Scandicci, che ha messo a disposizione la piazza principale e un’intera scuola per garantire spogliatoi e docce separate, e dei principali sponsor della manifestazione.