L'arrivo del vincitore (foto Umicini)
L'arrivo del vincitore (foto Umicini)

Viareggio (Lucca), 15 agosto 2021 – Il veneto Luca Coati, 21 anni a novembre, azzurro, in partenza per il ritiro collegiale della Nazionale al Sestriere dal 18 agosto al 5 settembre, e uno dei giovani più interessanti e bravi del ciclismo nazionale, ha vinto con uno sprint irresistibile la 74esima Firenze-Viareggio, gara nazionale per dilettanti élite e under 23. E’ la seconda vittoria stagionale dopo una tappa all’Extragiro in Romagna, per il brillante esponente del Team Qhubeka Assos formazione Continental di matrice sudafricana affiliata però in Toscana e guidata dal tecnico di Lazzeretto di Cerreto Guidi Daniele Nieri. Coati si è imposto nella classica di Ferragosto davanti a un gruppo di 19 corridori al suo terzo tentativo stagionale in Toscana.

Era giunto secondo infatti nella Firenze-Empoli a febbraio alle spalle di Nencini e secondo a maggio nella “Medicea” a Cerreto Guidi dietro Rocchetta. Stavolta nessuno è stato in grado di superarlo sul lungomare della Versilia a conferma di innegabili qualità di talento e classe. Era uno dei favoriti e non si è smentito nonostante che il Team Qhubeka sia sceso in gara con soli 4 atleti. Oltre alla vittoria a conferma di una prestazione impeccabile della squadra, da registrare il quinto posto di Bonaldo. Ai posti d’onore l’ottimo Pirro (la Maltinti Banca Cambiano ha sfiorato il grande successo) ed il bravo Murgano per la Petroli Firenze Hopplà Don Camillo. E’ stato un finale frenetico per la Firenze-Viareggio con tre episodi. Il primo nato dopo appena 5 Km di gara con la fuga di un quartetto (Peschi, Milesi, Asllani e Alberti) che dopo aver raggiunto un vantaggio massimo di 6 minuti e 40 secondi dopo 70 Km sono stati ripresi dopo 150 km di fuga sul breve dislivello di Monte Quiesa.

Secondo episodio l’attacco della Mastromarco Sensi Nibali con Marcellusi e Magli e la prontissima replica del vivacissimo Garzi (primo al gran premio della montagna di Monte Pitoro a 14 km dall’arrivo) e del bravo Murgano. Sui quattro a fine discesa sono rientrati prima in tre e quindi un plotoncino di 12 atleti. Sono stati dunque in 19 a percorrere gli ultimissimi chilometri verso il mare e Viareggio, senza sussulti e tentativi di fuga. Terzo episodio la volata nello splendido scenario del lungomare con numerosi appassionati nonostante il rispetto dei protocolli sanitari anti Covid-9. E qui la maglia bianconera di Coati è uscita a centro strada in maniera superba con una progressione poderosa e dirompente alla quale si sono dovuti inchinare i pur bravi Pirro, Murgano e gli altri finiti a ridosso del vincitore felicissimo per questa seconda vittoria stagionale e che in vista dei Campionati Europei in Trentino può dire di essere pronto. Alla Firenze-Viareggio organizzata dall’A.S. Aurora con la collaborazione dell’O.Ci.P. e dei comuni di Firenze e Viareggio rappresentati dagli assessori Cecilia Del Re e Rodolfo Salemi hanno preso il via in 130 di 21 squadre, per un’altra edizione scintillante della classica. Al termine della gara infine controllo antidoping per i primi quattro classificati.

ORDINE DI ARRIVO: 1) Luca Coati (Team Qhubeka Assos) Km 176, in 4h10”, media Km 41,905; 2) Francesco Pirro (Maltinti Banca Cambiano); 3) Marco Murgano (Petroli Firenze Hopplà Don Camillo); 4) Nicolò Parisini (Beltrami TSA Tre Colli); 5) Kevin Bonaldo (Team Qhubeka); 6) Thibaud Saint Guilhem (AVC Aix En Provence); 7) Luca Cretti (Beltrami TSA Tre Colli); 8) Martin Marcellusi (Mastromarco Sensi Nibali); 9) Elis Pier Belletta (Named Uptivo); 10) Filippo Magli (Mastromarco Sensi Nibali).