Gabriel Batistuta (Foto archivio Germogli)
Gabriel Batistuta (Foto archivio Germogli)

Firenze, 27 marzo 2019 - Smaltire il fuso orario, accumulato dalla tappa in Cina, prima di arrivare a Firenze. E’ il primo obiettivo dopo due voli intercontinentali non comodissimi. Ma questo non ha impedito a Batistuta di respirare nuovamente l’aria di Firenze. Della sua Firenze, quella che insieme a Irina – arrivata anche lei insieme al marito – ha frequentato negli anni ruggenti del Re Leone.

Quelli di adesso, come allora. Prima un salto da Sarino, il suo barbiere di fiducia in zona piazza Oberdan, poi a mangiare ai ‘13 Gobbi’, in centro storico, vicino all’albergo dove l’argentino soggiornerà in questi giorni unici. Che culmineranno con la festa per i primi 50 anni di Batigol (compiuti il primo febbraio scorso).

Batistuta ormai è fiorentino a tutti gli effetti e non solo per la cittadinanza onoraria che il sindaco Nardella gli ha conferito – a furor di popolo – nel 2016 (aveva già ricevuto le chiave della città nel 2006 dall’allora sindaco Domenici). Gode di un affetto smisurato da parte dei fiorentini e di chi ama la Fiorentina e le sue prodezze. E il compleanno sarà l’occasione per far capire ai suoi familiari cosa abbia significato la Fiorentina e Firenze per lui e di cosa siano capaci i fiorentini nei suoi confronti.

Ecco perchè nei prossimi giorni arriveranno papà Osmar, mamma Gloria e i quattro figli (Lucas, Thiago, Shamel e Joaquin). I Batistuta si muoveranno in massa da Reconquista per assistere all’ondata di affetto che travolgerà Gabriel in piazza della Signoria. Potrebbero averne un assaggio qualche ora prima – la festa è fissata intorno alle 18 – perchè Bati potrebbe affacciarsi al «Franchi» per seguire Fiorentina-Torino (ore 15). Sta pensando di fare una sorpresa anche per dare modo di applaudirlo a chi non riuscirà a essere in piazza.

Prima di allora, però, Bati e Irina hanno intenzione di vivere fino in fondo la città e sono già tanti gli appuntamenti in agenda. Non mancherà, tempo permettendo, una partita a golf con Francesco Brogi, l’amico di sempre, e Giancarlo Antognoni, immancabile partner sui green del Mugello e non.

A Firenze arriveranno alcuni dei compagni di viaggio di Batistuta nel suo lungo percorso in viola. Tra questi, i massaggiatori amici Dati e Benesperi, ex giocatori come Baiano e Torricelli, qualche allenatore e altri nomi top secret. Chi non riuscirà a raggiungerlo per ragioni di lavoro o per impegni personali, lo saluterà attraverso un collage di contributi video divertenti ed emozionanti.