Firenze, 4 ottobre 2021 - Nel mondo dei cartoon si profila una sorta di "derby" di Pinocchio: a distanza di poche settimane, infatti, su Rai Yoyo andranno in onda due diverse serie in animazione che hanno come protagonista il personaggio creato da Carlo Lorenzini (con lo pseudonimo di Collodi), uno degli ambasciatori della letteratura italiana (per ragazzi e non solo) nel mondo. Una scelta, quella di presentare due versioni di Pinocchio a poca distanza l'una dall'altra che appare singolare anche se il direttore di Rai Ragazzi, Luca Milano, spiega che "si tratta di due prodotti diversi".

A realizzare le due serie sono la Palomar, la casa di produzione de "Il commissario Montalbano" e di "Braccialetti Rossi" (al suo esordio nell'animazione)) e la Rainbow di Iginio Straffi, vera e propria fucina di successi animati e qui basta citare le fatine Winx per capire di chi parliamo, anche se i suoi successi sono molti di più.

A partire, martedì 11 ottobre,  sarà "Il villaggio incantato di Pinocchio" , prodotto da Palomar insieme ai francesi di Method animation. In questa serie mondo dell'infanzia incontra il mondo delle fiabe. Ne ''Il Villaggio Incantato di Pinocchio'' infatti, oltre al celebre burattino protagonista del classico della letteratura italiana famoso a livello mondiale, vivono i personaggi delle fiabe con i loro figli. Il Villaggio Incantato, incastonato tra una foresta misteriosa e un lago scintillante, è il luogo dove tutti loro sono andati a vivere al termine delle storie che li hanno resi famosi. E naturalmente, nel villaggio vive anche Pinocchio. Con lui c'è un'allegra banda di amici con cui affrontare le avventure della vita quotidiana, proprio come fanno i bambini di tutto il mondo. Questi bambini, però, sono un po' diversi dagli altri: una è la figlia di un'orchessa, un altro di un elfo, c'è la figlia della Bella Addormentata, il figlio del Principe Azzurro e perfino del lupo cattivo.

 

Il "Pinocchio and friends" di Straffi, invece, è collocato ai giorni nostri e vede il protagonista e i suoi amici interagire con gli strumenti della tecnologia, un Pinocchio 2.0 insomma, che mantiene l'ambientazione chiaramente toscana. Andrà in onda a fine novembre. "Il nostro Pinocchio parla ai bambini in modo moderno e spensierato, spingendoli a coltivare i loro sogni con storie ricche di colori, avventura e colpi di scena. Ci siamo divertiti a giocare con la fiaba creando situazioni in cui i bambini possono riconoscersi, ma sempre collegate ai personaggi e all’immaginario di Pinocchio" dice Straffi. “Pinocchio _ continua Straffi _ è il personaggio italiano più amato che sia mai stato creato nella letteratura fiabesca, e le radici del Gruppo Rainbow sono italiane. Oggi più che mai le esigenze dei bambini meritano le attenzioni degli adulti e Pinocchio è la più grande dichiarazione di amore verso l’infanzia ed i percorsi di crescita dei più piccoli. Ecco perché era giusto tornare a Collodi, attualizzando quello che era possibile rendere ancora più contemporaneo, di una storia che non invecchia mai”.

Nella serie di Straffi, la Bottega delle Meraviglie di Geppetto è lo straordinario luogo dove l’anziano falegname aggiusta di tutto, un luogo dove si respira la magia. E' la casa di Pinocchio e i suoi amici, piccoli eroi. Pinocchio è un burattino allegro, generoso, determinato, un irrimediabile pasticcione che racconta spesso piccole bugie a fin di bene, ma il suo naso rivelatore si allunga sempre. Freeda è la sua inseparabile amica, una bambola piratessa pronta all’arrembaggio! Pinocchio e Freeda sono  sempre accompagnati dal timoroso e brontolone Grillo Parlante incaricato dalla Fata Turchina di tenerli sempre d’occhio.