Firenze, “L’Isola di Alcina” fa rivivere il balletto di trecento anni fa

Il nuovo lavoro della FloDance2.0 è stato l’anteprima del 34esimo Florence Dance Festival

L’Isola di Alcina
L’Isola di Alcina

Firenze, 10 maggio 2023 - Uno spettacolo ispirato in un balletto andato in scena più di 300 anni fa, commissionato dalla propria Maria Maddalena d’Austria, moglie di Cosimo II de’Medici. È “L’Isola di Alcina” , il nuovo lavoro della FloDance2.0, che in occasione dal bicentenario dell’Educandato di Poggio Imperiale è stato protagonista sul palcoscenico al Cinema La Compagnia. Questa produzione ha segnato l’anteprima del 34esimo Florence Dance Festival, che si terrà nel Chiostro Grande di Santa Maria Novella dal 18 giugno al 20 luglio. “L’Isola di Alcina” ha visto alla coreografia e regia di Marga Nativo, mentre le musiche e composizioni originali sono di Francesco Giubasso. L’opera descrive l'arrivo del cavaliere Ruggiero nell'isola della maga Alcina, una terra fantastica e incantata, un vero e proprio luogo di pace e delizia, ma non tutto è come si vede. La serata, in collaborazione con l’Associazione Vivere il Poggio che è diventata un trittico, si è chiusa infatti con altre due balletti, “Trumpet” della Kinesis CDC, e “1943” una storia che racconta l’assurdità della guerra, della Flodance2.0. Una serata che ha riscosso un grande successo e si è chiusa tra gli applausi degli appassionati della danza e delle arti. "L'Isola di Alcina" ha rievocato il balletto rappresentato alla Villa del Poggio Imperiale il 3 febbraio del 1625, e rientra fra le iniziative promosse dalla Associazione Vivere il Poggio, nell’ambito dei festeggiamenti per la celebrazione del bicentenario (1823-2023) della nascita dell'Educandato della S.S.Annunziata. Marga Nativo, con i giovani e valenti ballerini del corpo di ballo del Flo.Dance 2.0 e l'organizzazione del Florence Dance Festival 34, ha regalato al pubblico momenti di grande intensità, in questa ricostruzione storica, prevalentemente al femminile. Musica dall’opera ‘La liberazione di Ruggero dall’isola di Alcina’ di Francesca Caccini.

Le musiche originali del giovane compositore, Francesco Giubasso, ben si amalgamano con la musica originale della Caccini. Sul palco a fine spettacolo sono saliti il corpo di ballo del Flo.Dance 2.0, Marga Nativo, Keith Ferrone, co-direttore del Florence Dance Festival, lo scenografo Duilio Tacchi, Barbara Cardinali, presidente Associazione Vivere il Poggio, il compositore Francesco Giubasso, Maria Clara Pieroni vicepresidente Associazione Vivere il Poggio.