Firenze, 27 maggio 2021 - "Dopo anni il dolore è sempre vivo". Firenze ha ricordato il 28esimo anniversario della strage di via dei Georgofili, in uno dei momenti bui della storia del nostro Paese: l'offensiva della mafia allo Stato. Con l'epoca delle stragi che colpì anche il capoluogo toscano. In una notte che lascia tutt'ora il segno in Firenze e nella sua gente. 

false

Una commemorazione pur limitata dalle regole anti-covid ma che ha visto comunque una intensa partecipazione anche via social, con la diretta Facebook dell'Associazione Strage di via dei Georgofili. 

Un momento della commemorazione (New Press Photo)

Diverse le iniziative in giornata, con anche una serata di omaggio e riflessione in Palazzo Vecchio, serata nella quale c'è stato spazio anche per un momento musicale in ricordo della vittime. Cinque furono i morti della strage. Alla commemorazione, che ha avuto come di consueto il suo culmine alle 1.04, ora dell'esplosione, hanno partecipato tra gli altri la Regione e il Comune di Firenze con il presidente Eugenio Giani e il sindaco Nardella.