Al vaglio del Governo l’ipotesi di un coprifuoco per gli esercizi pubblici che potrebbe scattare dalle 22
Al vaglio del Governo l’ipotesi di un coprifuoco per gli esercizi pubblici che potrebbe scattare dalle 22
Paola Fichera Roba da perderci la testa. Il fatto è che la giungla di regole e sottoregole in cui siamo costretti a muoverci ogni giorno presenta delle evidenti contraddizioni. Così succede che la sera le forze dell’ordine schierate in strade e piazze siano pronte ad elevare multe salatissime agli avventori dei locali che...

Paola

Fichera

Roba da perderci la testa. Il fatto è che la giungla di regole e sottoregole in cui siamo costretti a muoverci ogni giorno presenta delle evidenti contraddizioni. Così succede che la sera le forze dell’ordine schierate in strade e piazze siano pronte ad elevare multe salatissime agli avventori dei locali che (fuori orario, per carità!) sorseggiano drink per strada. Con sanzioni altrettanto salate, comprese giornate di chiusura, per il gestore distratto che non si fosse reso conto della ’fuga con birra’ avvenuta dal suo locale.

Ma lo stesso tipo di attenzione non viene applicata di giorno quando lunghe code di avventori altrettanto giovani stazionano per strada in attesa di acquistare panini invece che bere drink. O studi recenti dimostrano che il Covid 19 non si trasmette via panino, ma solo via drink e in orario serale, oppure è davvero difficile capire come funziona.

Perchè – ironia a parte – la sensazione è che continuiamo ad applicare armi spuntate contro un virus che, i numeri dei contagi che sono tornati a crescere lo dimostrano, invece circola e sembra trasmettersi a velocità doppia.

Insomma: stazionare davanti a pub e locali la sera è sbagliato. Siamo i primi ad esserne convinti ed è giusto che comportamenti che potrebbero rivelarsi pericolosi per la comunità siano sanzionati. Ma è difficile capire perché le stesse regole non valgano, allora, anche di giorno di fronte allo stesso tipo di assembramenti e di pericolo.

Per non parlare del problema dei bus in orario di punta o degli ingressi (o uscite) scolastiche spesso fuori controllo. Più attenzione e più coerenza, davvero, non guasterebbero.