Rifiuti, addio riduzioni in caso di sanzione. Le novità della Taric

Il Comune di Fiesole ha adottato una nuova tariffa corrispettiva per la gestione dei rifiuti, con novità come la cancellazione di riduzioni, l'introduzione di un deposito cauzione e l'addebito diretto su conto corrente.

FIESOLE

Anno nuovo e regolamento con novità per la Taric, la tariffa corrispettiva che il Comune di Fiesole ha adottato dallo scorso gennaio per la gestione dei rifiuti e adesso a regime. Le modifiche sono state approvate dalla maggioranza nell’ultimo Consiglio comunale, mentre centrosinistra e centrodestra si sono astenuti. "In realtà si tratta di una mera presa d’atto - spiega il sindaco Anna Ravoni - Le decisione è avvenuta a livello di Ato Toscana centro con l’assemblea dei sindaci". Essenzialmente sono tre le novità. La cancellazione della riduzione di tariffa per chi ha ricevuto un verbale degli ispettori ambientali o se soggetto a un procedimento di recupero crediti. Mentre le utenze non domestiche, che non hanno ritirato kit, pagheranno la tariffa base. Novità importante, l’introduzione del deposito cauzione. Per le utenze domestiche è fissato in 40 euro invece che al 50% del fatturato, come inizialmente previsto; mentre è confermato al 25% del fatturato per le non domestiche. Per azzerare la spesa, resta la possibilità di addebito diretto sul conto corrente della bolletta. Operazione che eviterà anche di pagare le commissioni del Cbill che accompagna la fatturazione, da quest’anno trimestrale.

Daniela Giovannetti

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro