"Le mascherine Ffp2? Servono per lo smog"

Lo pneumologo Eugenio Pattarino: "Con nebbia bassa e tante polveri sottili possono proteggerci"

"Le mascherine Ffp2? Servono per lo smog"
"Le mascherine Ffp2? Servono per lo smog"

Torna ad essere utile, anche di fronte allo smog, la mascherina Fp2 tanto utilizzata durante il Covid. "Le microparticelle possono comportare sia danni diretti polmonari e bronchiali – conferma il dottore Eugenio Pattarino, pneumologo e medico di famiglia -, ma anche essere veicoli di virus. Soprattutto in ambiente nebbioso, dove tutto ristagna, il rischio è elevato". Dobbiamo prendere esempio dagli asiatici, "che ancora prima che diventasse una necessità per il Covid, ci hanno insegnato a usare le mascherine contro lo smog, provenendo da città ad alto inquinamento – sottolinea -. In questo periodo con nebbia bassa, precipitazioni insufficienti per ripulire l’aria e tante polveri sottili, una Fp2 può proteggerci". Se la mascherina chirurgica filtra le nostre emissioni dunque proteggendo gli altri da noi, ma è meglio di niente, l’Fp2 protegge le nostre prime vie aeree. "Dovrebbe indossarla soprattutto chi fa attività all’aria aperta, a partire dai ciclisti, ma anche chi guida un motorino, seppur i caschi integrali diano un minimo di protezione aggiuntiva". Meglio inspirare col naso, per far arrivare aria più calda e filtrata ai bronchi. I più a rischio smog "sono gli anziani, ma anche i soggetti con patologie respiratorie, a partire dagli pneumopatici. Anche i soggetti allergici con asma e risentimenti respiratori devono fare attenzione". I bambini per altezza fisica o in quanto seduti sui passeggini sono quelli a maggior contatto con lo smog. "Vanno protetti il più possibile, con quegli schermi che si mettono alle carrozzine, con dei piccoli parabrezza sulle bici".

Manuela Plastina

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro