Un momento del video dell'ospedale di Ponte a Niccheri
Un momento del video dell'ospedale di Ponte a Niccheri

Firenze, 1 dicembre 2015 - Premiata a Palazzo Vecchio la campagna contro il tumore al seno “Ballo dei guanti rosa”. Il video, realizzato della Breast Unit del Dipartimento di Oncologia dell'Ospedale di Ponte a Niccheri e presentato al concorso Pink Glove Dance, ha sbaragliato tutti gli altri concorrenti europei ed è arrivato primo. Protagonisti pazienti, medici, infermieri, operatori e volontari dell’ospedale di Bagno a Ripoli, tutti rigorosamente muniti di guanti rosa. Una vittoria netta con quasi 70mila voti, oltre 3000 in più rispetto al secondo video classificato, realizzato dalla Breast Unit di Bristol.

Il ‘Ballo dei guanti rosa’ (www.pinkglovedance.eu), è una campagna contro il tumore al seno che dal 2009 da Portland, nell’Oregon, ha coinvolto in giro per il mondo migliaia di persone diventando un vero e proprio contest fra strutture sanitarie e, nel 2011, è approdato anche in Europa. La cerimonia di premiazione della Breast Unit del Dipartimento Oncologico dell’Azienda Sanitaria di Firenze si è tenuta nella suggestiva cornice del Salone dei Cinquecento, di fronte a oltre 300 persone. A dare il via alla manifestazione i saluti giunti via mail dal premier Matteo Renzi e i discorsi introduttivi di Sara Funaro, assessore al Welfare del Comune di Firenze e di Stefania Saccardi, assessore alla Sanità e al Welfare della Regione Toscana. Si sono poi alternati i protagonisti di questa storia tutta al femminile.

La premiazione del video dei "guanti rosa"

Luisa Fioretto, direttore del Dipartimento Oncologico, ha illustrato i numeri e le sfide della complessità assistenziale legata al cancro. Solo nel 2014 sono infatti stati registrati 1000 nuovi casi al giorno. Francesca Martella, direttore della Breast Unit, ha spiegato l’importanza del lavoro multidisciplinare di questa struttura che coinvolge in primis professionisti come Andrea Herd-Smith, direttore della Sos Chirurgia Senologica, e Francesca Rossi della Soc Radioterapia. Infine, Carmen Banti, coreografa del video e paziente del Dipartimento, ha ricordato a tutti il senso di questa iniziativa, ovvero "continuare a vivere la propria storia e ricordare chi si è incontrato e qualche volta, purtroppo perso, lungo il cammino!.

 I fondi ricavati dalla vittoria, 8 mila euro, serviranno a sostenere un progetto sviluppato dalla Breast Unit e dall’associazione Tages Onlus sul tema dell’immagine corporea e della sessualità nelle donne affette da carcinoma mammario. Come evidenziato da Simone Cheli, Presidente di Tages Onlus, "il progetto vuole offrire un percorso formativo agli operatori e un supporto ai pazienti rispetto a questa problematica, assai rilevante per le donne, ma spesso sottostimata." Ad aprile 2016, sul tema, ci sarà un congresso con ospiti internazionali.