Firenze, 14 gennaio 2020 - E’ stato convalidato l’arresto del 34enne, residente in Veneto, che martedì mattina ha percorso svariati chilometri contromano sull’A1, prima di essere fermato, anche con alcuni spari alle gomme, dalla polizia stradale nei pressi di Calenzano.

Il giudice di Prato, competente per il territorio dove è avvenuto il fermo, ha disposto inoltre l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, permanenza domiciliare notturna presso la sua abitazione (in provincia di Padova) e il sequestro preventivo dell’auto, una Ford Fiesta nera, usata come mezzo per commettere il reato di cui è accusato, ovvero resistenza a pubblico ufficiale.

L’uomo è stato denunciato anche per il possesso di alcuni coltelli e di un’ascia, trovata a bordo dell’auto. Al giudice, il 34enne non ha fornito spiegazioni al suo gesto.

L’uomo, secondo quanto ricostruito, è entrato in autostrada a Rioveggio, in un tratto chiuso al traffico, abbattendo la segnaletica, al km 222. Ha percorso contromano, sempre nel tratto chiuso, una quarantina di km, fino al km 261; poi è entrato in un tratto aperto alla circolazione per otto km, fino al km 269, sfiorando alcuni mezzi e collidendo con almeno due veicoli.

Quindi il 34enne è stato bloccato dopo un lungo inseguimento da parte della Polstrada. Gli agenti hanno anche esploso 7 colpi di pistola (2 in aria e 5 alle gomme) a scopo intimidatorio prima di riuscire a ‘cinturare’ l’auto del fuggitivo.

Mentre Società Autostrade ha avvisato del pericolo gli automobilisti con un messaggio sui pannelli, i poliziotti con una manovra di safety car, hanno rallentato il traffico diretto a Bologna, finché non lo hanno fermato, in prossimità nell’area di parcheggio di Corzano, nel comune di Calenzano.

Quando si è trovato la polizia davanti, l’uomo ha tentato di fuggire, ingranando la retromarcia, ma è stato fermato dagli agenti che lo hanno bloccato con l’auto di servizio ed alcuni dei quali, per arrestarne definitivamente, hanno dovuto sparare. Agli agenti l’uomo avrebbe riferito di aver agito spinto dall’adrenalina, senza però voler far male a nessuno. L’uomo è stato sottoposto ad alcol test, che è risultato negativo.