Quotidiano Nazionale logo
11 mag 2022

Firenze, Autolinee toscane: nuovo look per la biglietteria in via Santa Caterina

Nuovi spazi, moderni e rinnovati, accoglieranno gli utenti della biglietteria nella centralissima autostazione di Santa Caterina

featured image
Autostazione Santa Caterina, la nuova biglietteria

Firenze, 11 maggio 2022 - La biglietteria di Autolinee Toscane si rimette a nuovo. Questa mattina l’azienda che gestisce il TPL della Regione ha presentato i nuovi spazi rinnovati, moderni e confortevoli della biglietteria all’autostazione di Santa Caterina, nel centro di Firenze, dove passano autobus urbani ed extraurbani. La biglietteria rimane aperta dal lunedì al sabato dalle 5.45 alle 20.20, con orario continuato. Mentre la domenica e i festivi (escluso Pasqua, Ferragosto e Natale) segue un orario continuato dalle 6.25 alle 20.00.

 

interno della nuova biglietteria di Santa Caterina, Firenze
interno della nuova biglietteria di Santa Caterina, Firenze

La nuova biglietteria - progettata dallo studio di Architettura Modourbano, specializzato nella progettazione di aree e uffici dedicati all’accoglienza del pubblico con soluzioni contemporanee e di design - è stata pensata per essere uno spazio non solo funzionale, ma anche più accogliente e confortevole per gli utenti che ne usufruiscono, attraverso il restyling di colori, arredamento e attrezzature. Uno spazio rinnovato, in definitiva, per accogliere al meglio gli oltre 5.000 passeggeri che ogni settimana passano dalla biglietteria di Santa Caterina.

All'inaugurazione erano presenti il presidente di Autolinee Toscane Gianni Bechelli, l’amministratore delegato Jean-Luc Laugaa e il direttore commerciale, marketing e tecnologie Andrea Buonomini. Presenti anche Cecilia del Re, assessora ad ambiente, turismo e innovazione tecnologica del Comune di Firenze, e Fausto Merlotti, consigliere regionale della Regione Toscana.

Il presidente di Autolinee Toscane Gianni Bechelli ha commentato così la ristrutturazione degli spazi della biglietteria: “Questa attività di restyling è un pezzo di un mosaico più ampio che stiamo componendo al fine di costruire una vera industria toscana del trasporto pubblico locale su gomma. Un percorso in cui le biglietterie giocano un ruolo essenziale”.

Quella di Firenze arriva dopo le nuove biglietterie inaugurate a Colle Val d’Elsa, Pisa e Pistoia, che hanno rappresentato un modello per le successive ristrutturazioni. Nei prossimi mesi, infatti, altre località si aggiungeranno alla lista del restyling delle nuove biglietterie. “Stiamo investendo 1 milione di euro in autofinanziamento per rinnovare e migliorare le varie biglietterie della Toscana – spiega Jean-Luc Laugaa – per rimetterle a norma e per avere spazi più funzionali e confortevoli sia per lavoratori che per i nostri utenti, ma anche perché così facendo potremo offrire servizi più adeguati”.

Nella biglietteria sono presenti bacheche con informazioni, sedie e piccoli spazi per le attese. Vari sportelli informativi e sette addetti, oltre a distribuire biglietti ed abbonamenti agli utenti e a fornire informazioni di servizio su orari e corse, sono anche appositamente preparati ad assistere le persone che ne faranno richiesta durante processo di registrazione al sito. Un servizio, questo, particolarmente utile per le persone che hanno meno dimestichezza con il digitale, modalità comunque molto utilizzata e che consente, sia dal sito at-bus.it che tramite l’app TABNET, di acquistare titoli di viaggio.

Nell’autostazione in via Santa Caterina è presente anche una emettitrice automatica di biglietti ma, proprio per servire al meglio i passeggeri del servizio urbano ed extraurbano, nell’area di Santa Maria Novella sono comunque presenti ulteriori due emettitrici automatiche, posizionate nei pressi della Stazione ferroviaria: una all’interno della Stazione, a pochi passi dall’accesso di Via Alamanni, e una esterna alla Stazione, a fianco dell’accesso da Via Valfonda. “I punti vendita sono un biglietto da visita per mostrare quello che sta diventando il trasporto pubblico su bus in Toscana – commenta Andrea Buonomini – In questi primi mesi di nuova gestione si sta mettendo a servizio dei passeggeri nuove strutture, mezzi e strumentazioni, come la possibilità di visualizzare l'itinerario dei bus con l’app di moovit. La biglietteria fisica, come quelle digitali, sono strumenti di relazione diretta e quotidiana con i nostri clienti-utenti, a cui vogliamo e dobbiamo garantire facilità e accessibilità”.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?