Migranti, corridoi umanitari e quella “Grande occasione”

La presentazione del libro di Marazziti a Firenze lunedì 26 febbraio alle 17 a Palazzo Medici Riccardi

Mario Marazziti

Mario Marazziti

Firenze, 25 febbraio 2024 – Ci sono voci che salgono dal mare; altre dalle foreste, dalle strade e dai confini attraversati dalla cosiddetta rotta balcanica e così via. E' la voce dei migranti che pochi giorni fa sono stati rimandati spogliati dei loro vestiti dalla frontiera serba alla Macedonia, Mario Marazziti racconta un'alternativa ai naufragi di mare e di terra: i corridoi umanitari, una nostra “Grande occasione”, che non va persa. Siamo di fronte a una trama che agisce in profondità, creando un modello e una percorrenza sicura per l'inserimento dei migranti nel nuovo continente, tra di noi.

Lunedì 26 febbraio alle 17, nella Sala Pistelli di Palazzo Medici Riccardi (ingresso da via Cavour 9), un confronto a più voci accompagnerà la presentazione del volume, edito da Piemme e in vendita presso tutte le librerie e nel bookshop della residenza ufficiale medicea. Insieme all'autore, che avanza proposte concrete di politiche nazionali ed europee affinché migranti e profughi, da problema, possano diventare una grande occasione, interloquiranno Angela Bagni, sindaco di Lastra a Signa e delegata della Metrocittà alle Pari opportunità, che nella sua cittadina ha dato vita a un importante progetto di integrazione, Nicola Armentano, consigliere delegato alla Promozione sociale della Città Metropolitana di Firenze, che prenderà in esame aspetti medici e anche sportivi della questione, Giovanni Martini (Migrantes) con l'esperienza delle tante comunità cattoliche straniere (ma nella Chiesa nessuno lo è); Cristina Privitera, caporedattrice centrale de 'La Nazione', con la declinazione del tema da un punto di vista mediatico, e Tommaso Nannicini, economista, politico e docente dell'Istituto universitario europeo. Coordina i lavori Michele Brancale, giornalista e scrittore.

Per la compulsione del next, della prossima cosa che ci occuperà il tempo, tanti sono diventati sordi a chi grida, anche da bambino, la propria volontà di stare al mondo, di essere cittadino insieme agli altri, come i giovanissimi di Pasakoy, morti di freddo perché respinti in Turchia dalla frontiera greca, pochi giorni prima del conflitto in Ucraina.

La presentazione de 'La grande occasione' è un'occasione per fare il punto con Marazziti, esponente della Comunità di Sant'Egidio, editorialista, che è stato Presidente del Comitato per i diritti umani e poi della Commissione Affari sociali della Camera dei deputati. Cofondatore della Coalizione mondiale contro la pena di morte, ha portato avanti i progetti di cittadinanza per i bambini immigrati e a termine le riforma delle professioni sanitarie e la legge di sostegno ai disabili 'Dopo di noi'.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro