Firenze, al via Tourisma. Tra gli ospiti anche Guccini e Sgarbi

Si svolge al Palazzo dei Congressi dal 23 al 25 febbraio

Tourisma, platea

Tourisma, platea

Firenze, 22 febbraio 2024 - Apre i battenti venerdì 23 febbraio la decima edizione di tourismA - Salone Archeologia e Turismo Culturale. Si svolgerà al Palazzo dei Congressi di Firenze dal 23 al 25 febbraio organizzato da Archeologia Viva (Giunti Editore). Alle ore 10 si terrà la lectio magistralis del presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani dal titolo «Etruschi in casa Medici: da Cosimo I dux Etruriae (1519-1574) all’Elettrice Palatina» Cosimo I e a seguire il taglio del nastro. In programma nella giornata di apertura anche la presenza del cantautore Francesco Guccini, alle ore 14,15, che riceverà il Premio Francovich «per aver cantato il mondo medievale accompagnandoci dall’antica Bisanzio fino ai mistici orizzonti di Marco Polo e Cristoforo Colombo». Sarà poi la volta del critico d’arte Vittorio Sgarbi, alle ore 15,15, che racconterà il suo Michelangelo, rumore e paura (La nave di Teseo) attraverso la parabola dell’artista capace di realizzare tra Firenze, Bologna e Roma una sequenza di capolavori che lo affermano come un maestro assoluto. Sempre venerdì 23 a tourismA si terrà l'incontro: "Turismo culturale: dati, itinerari e progetti" a cura di Toscana Terra Etrusca – Regione Toscana e la II edizione del premio GIST ACTA - Archeological & Cultural Tourism Award, dedicato al turismo archeologico e culturale e organizzato in collaborazione con Toscana Promozione Turistica. tourismA - Salone Archeologia e Turismo Culturale sarà anche l’occasione per fare il punto sui dati del turismo culturale tra nuove destinazioni e nuovi modi/preferenze per viaggiare in maniera sempre più sostenibile. E poi ancora un programma ricchissimo per quanto riguarda tutte le novità archeologiche più importanti dalla nostra Toscana fino ad arrivare alle missioni italiane all’estero e nelle zone di guerra. tourismA sarà anche l’occasione per fare il punto sui dati del turismo culturale tra nuove destinazioni e nuovi modi/preferenze per viaggiare in maniera sempre più sostenibile. Per tutti gli studenti della Toscana a grande richiesta tornano i laboratori di archeologia sperimentale dove si potrà imparare a costruire un mosaico romano, creare pendagli con incisioni in etrusco, realizzare un cartiglio egizio, suonare strumenti musicali preistorici e molto altro. I laboratori sono tutti gratuiti, necessaria solo la prenotazione. Maurizio Costanzo 

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro