Quotidiano Nazionale logo
12 mag 2022

Limite, è un quartetto da favola La Canottieri fa il pieno a Piediluco

I due ori arrivano grazie all’impresa di Sostegni, Laganà, De Vito e Ceccanti. Buoni risultati anche dagli altri

Sopra la premiazione del quattro con Ragazzi limitese. Sotto il quattro senza
Sopra la premiazione del quattro con Ragazzi limitese. Sotto il quattro senza
Sopra la premiazione del quattro con Ragazzi limitese. Sotto il quattro senza

Due medaglie d’oro è lo splendido bottino con cui la Canottieri Limite ASD MAC Autoadesivi – Paci Paolo Siderurgica è tornata dal secondo meeting nazionale andato in scena sul lago di Piediluco. Quello umbro presso il centro federale di canottaggio è stato infatti un fine settimana davvero positivo per la società remiera biancazzurra. L’impresa è chiaramente quella di Leonardo Sostegni, Tommaso Laganà, Edoardo De Vito ed Elia Ceccanti che in meno di due ore hanno vinto due gare diverse.

Prima nel quattro senza hanno controllato la Canottieri Monate, restando appaiati fino a 500 metri dal traguardo quando il capovoga Sostegni ha cambiato marcia incrementando i colpi permettendo all’armo limitese di staccare di tre secondi i rivali. Giusto il tempo della premiazione e di cambiare barca aggiungendo il timoniere Lorenzo Scaffi, che i giovani limitesi si sono ripetuti aggiudicandosi anche la prova del quattro con: stavolta però hanno messo la prua avanti a tutti fin dalla partenza senza più farsi riprendere. Sempre nella categoria Ragazzi prestazione discreta per il quattro con di Valentino Francalacci, Elia Pieri, Cesare Borlenghi, Tommaso Prosperi e il timoniere Matteo L’Ala, che dopo il quarto posto in semifinale ha chiuso ottavo in finale A.

Si conferma in crescita il singolo junior femminile di Francesca Benigni, che dopo aver passato ottimamente le batterie, in semifinale manca per pochi secondi l’accesso alla finale A giungendo comunque terza in quella B. Prestazione di rilievo anche sul singolo pesi leggeri di Ernesto Rabatti, che primeggia nella finale C facendo anche registrare un crono importante in vista dei prossimi impegni. Si confermano in crescita anche Daniele Cecchi e Matteo Brunetti che sul due senza junior disputano una batteria difficilissima, in cui nonostante un ottimo tempo non riescono però ad andare oltre il 7° posto rimanendo quindi fuori dalle finali A e B. I due limitesi si rifanno comunque nella finale C, ottenendo un buon terzo posto e segnando anche stavolta un tempo molto interessante. Spicca in batteria il due senza junior misto di Edoardo Busoni e di Marco Bizzarri della Canottieri Firenze, che chiudono in prima posizione non riuscendo però poi a ripetersi in semifinale che li costringe alla finale B, dove salgono comunque sul terzo gradino del podio. Sotto tono invece Matteo Rimoli, eliminato nelle batterie del singolo Junior.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?