Empoli, 7 luglio 2018 - Questa è un’operazione di quelle giganti. Per l’Empoli è la più onerosa della storia, anche se sarebbe stata portata a termine con la regia della Juventus. Antonino La Gumina è un giocatore azzurro, 9 milioni al Palermo per l’intero cartellino e cinque anni di contratto alla punta, classe 1996, autore di 12 gol in serie «B» nella seconda parte della scorsa stagione.

La notizia, oltre alle cifre, è data soprattutto dal tipo di affare che l’Empoli ha condotto e portato a termine: su La Gumina, infatti, c’era da tempo la Sampdoria. Mica noccioline. Il club doriano stava trattando ormai da giorni con i rosanero e aveva anche un’intesa di massima col giocatore, decisamente allettato (e ci mancherebbe altro) dalla possibilità di vestire la maglia blucerchiata. I tentennamenti di Ferrero, però, hanno stuzzicato la fantasia dei dirigenti azzurri, che quando hanno intravisto lo spiraglio non hanno perso tempo.

La Samp offriva 6 milioni più bonus, l’Empoli è salito a 8. Il Palermo voleva qualcosa in più, quindi Accardi e Pecini hanno alzato la posta, avviando i contatti con l’entourage del giocatore per convincerlo a cambiare idea. La risposta è stata incoraggiante, ma nel pomeriggio di ieri il club doriano ha provato un’ultima, disperata offensiva cercando almeno di pareggiare la proposta dell’Empoli, anche se coi soliti bonus e un pagamento dilazionato. A quel punto, però, il sodalizio azzurro aveva già l’ok del Palermo per chiudere a 9 milioni di euro da pagare subito e una volta incontrato La Gumina con un contratto quinquennale pronto per essere firmato è arrivato anche il nero su bianco, certificato da una foto che ha iniziato a circolare sui soliti siti specializzati nel tardo pomeriggio di ieri e dall’annuncio del club. Battuta insomma la concorrenza, il centravanti classe 1996 dovrebbe essere a Empoli già oggi per sostenere le visite mediche ed aggregarsi ai compagni. Il suo arrivo, adesso, potrebbe spalancare le porte per la cessione di Alfredo Donnarumma, che a questo punto non partirebbe più in prima fila nelle gerarchie di Andreazzoli. La trattativa col Brescia è ancora in piedi, resta da limare una minima distanza tra domanda e offerta (2 milioni contro 1,7) ma il contratto triennale da 300mila euro che le rondinelle hanno messo sul piatto potrebbe anche soddisfare l’attaccante. Nei prossimi giorni arriveranno certamente novità, ma la certezza è che l’Empoli, da adesso, ha un attaccante in più.