Torre di Fucecchio, 25 febbraio 2018 – Dopo il veneto Alberto Dainese, vincitore ieri della Firenze-Empoli, è stata la volta del varesino Alessandro Covi, giovane rampante del Team Colpack che ha regolato l’aretino Burbi, al termine del 56° Gran Premio La Torre svoltosi in un pomeriggio freddo, con vento gelido e nevischio, sul circuito collinare di Torre.

Due splendidi attori che hanno lasciato il gruppo dei 12 battistrada a 40 Km dalla conclusione, dando vita alla fuga risultata decisiva. Da aggiungere che il vincitore Covi, è stato in testa per quasi tutta la gara in quanto la prima fuga di giornata lo ha visto protagonista con Ninci. I due sono stati ripresi da 10 inseguitori, e dal plotoncino di testa si sono più tardi sganciati Covi e Burbi, che hanno viaggiato in perfetta sintonia fino al termine.

Nel finale Covi è apparso più affaticato, ma è riuscito ugualmente ad avere la meglio allo sprint.

ORDINE DI ARRIVO: 1) Alessandro Covi (Team Colpack) Km 100, in 2h35’26”, media Km 38,602; 2) Roberto Burbi (Big Hunter Seanese); 3) Filippo Rocchetti (Team Colpack) a 20”; 4) Filippo Fiorelli (Gragnano Sporting Club) a 42”; 5) Andrea Bagioli (Team Colpack); 6) Davide Italiani (Maltinti Banca Cambiano) a 59”; 7) Lorenzo Friscia (Gragnano Sporting Club) a 1’08”; 8) Francesco Romano (Team Colpack); 9) Tommaso Fiaschi (Mastromarco Sensi Nibali); 10) Giovanni Iannelli (Malmantile Gaini).