Un flagello da milioni di euro: "Danni, ma nessuna devastazione". In Comune ben 183 richieste d’aiuto

Il sindaco Alessio Spinelli fa il punto della situazione: "Lunedì riaprono tutte le scuole tranne una materna"

Un flagello da milioni di euro: "Danni, ma nessuna devastazione". In Comune ben 183 richieste d’aiuto
Un flagello da milioni di euro: "Danni, ma nessuna devastazione". In Comune ben 183 richieste d’aiuto

La conta dei danni è lunga e tutta da mettere nero su bianco. "Non abbiamo registrato devastazioni, ma si parla di qualche milione di euro", dice il sindaco Alessio Spinelli che anche ieri, insieme ad un gruppo di 50 volontari, era a dare una mano per aiutare il territorio ad un pieno ritorno alla normalità. Nonostante, purtroppo, ,Fucecchio come altre zone abbiamo davanti ancora qualche ora di passione. Fino alle 15 di oggi è allerta arancione, almeno sotto il profilo idrogeologico.

Sindaco, ci sono danni strutturali importanti?

"No, nessuno. Abbiamo verificato con attenzione anche tutte le scuole. Lunedì si torna fare lezione in tutte. Uno sola resterà chiusura".

Perché?

"Voglio tranquillizzare sul fatto che non ci sono danni rilevanti. Ma alla materna di via Ariosto c’è stata una infiltrazione nel cartongesso ed i tecnici lunedì se ne occuperanno".

Anche a Fucecchio il reticolo dei fossi non ha retto l’urto

"L’evento è stato eccezionale, tanto che è riuscito ad esondare il Rio di Fucecchio. I fossi, mi lasci dire, per lo più in mano ai privati, non vengono più ripuliti come si faceva prima in campagna: quando ci sono eventi eccezionali il risultato è questo".

Ci sono stati anche alberi caduti?

"Sì. L’unico caso importante è successo su Viale Colombo: un grosso albero si è appoggiato ad un calzaturificio, qualche scalfittura e nulla più. Meno male".

Dove le frane principali?

"In via Ramoni, via Rimedio e via Montebono. Poi una sulla via delle Cerbaie a Massarella. A queste vanno aggiunti una serie di piccoli smottamenti finiti sule sedi stradali".

Il Padule?

"Tutto a posto. Così come l’Arno, che abbiamo monitorato costantemente".

I danni ai privati sono ingenti?

"Pensi che abbiamo ricevuto 183 richieste di aiuto, tutte prese in carico dai tantissimo uomini in campo, muniti di ruspe, trattori, auto spurghi. Ecco perché dico che alla fine il conto dei danni sarà per qualche milione. Impossibile quantificare la momento".

La mobilitazione è stata davvero forte?

"Ci siamo rimboccati tutti le maniche per dare la migliore e più immediata risposta possibile".

Carlo Baroni