Raffiche di vento e rami spezzati. Aziende senza energia elettrica. Strade chiuse e disagi alla viabilità

Il meteo ieri ha messo in crisi diverse realtà della Valdelsa, che non aveva avuto allagamenti giovedì notte

Raffiche di vento e rami spezzati. Aziende senza energia elettrica. Strade chiuse e disagi alla viabilità
Raffiche di vento e rami spezzati. Aziende senza energia elettrica. Strade chiuse e disagi alla viabilità

Rami e tronchi in strada, black out prolungati per tutta la giornata, famiglie, aziende e ristoranti in difficoltà. Rispetto ad altri territori dell’Unione dei Comuni, il maltempo è stato più clemente in Valdelsa. Ma è lunga la lista dei disagi e delle criticità segnalate dalla cittadinanza. A Montespertoli è stata disposta la chiusura dei cimiteri comunali anche per oggi, cimiteri che riapriranno domani se non ci sarà un peggioramento delle condizioni meteo. Rinviata a data da destinarsi la benedizione al cimitero di Poppiano prevista in giornata, mentre le cerimonie per la commemorazione dei caduti in guerra e l’Unità Nazionale si svolgeranno in forma ridotta.

A Gambassi Terme il vento ha divelto un albero nei pressi della Montagnola, l’albero pericolante che ha causato la chiusura della Sp4 Volterrana in direzione Volterra-San Gimignano è stato tagliato e rimosso. L’emergenza, qui, riguarda l’interruzione dell’energia elettrica nelle zone lungo la Sp64; tanti gli sos lanciati delle famiglie rimaste al buio, le preoccupazioni maggiori sono per le persone anziane. Stessa situazione a Castelfiorentino, in particolare a Dogana e Belpiano. "E’ stato molto difficile anche per me contattare Enel - ha spiegato ai cittadini il sindaco Alessio Falorni - E’ in stato di assoluta emergenza a causa delle situazioni presenti su tutto il territorio regionale. Abbiamo gruppi di frigoriferi compromessi che stanno mettendo in difficoltà aziende alimentari, ristoranti, e famiglie". Sul versante scuola, il sindaco castellano ha precisato che nella giornata di ieri non sono stati segnalati problemi e ha ringraziato la comunità scolastica per aver “fatto fronte a queste difficoltà contingenti (qualche docente ha avuto problemi di spostamento) e assicurato il regolare svolgimento del servizio“.

A Montaione, a causa di una gronda pericolante, è stata chiusa ai pedoni e al traffico veicolare via Del Giglio; per la messa in sicurezza è stato istituito il senso unico alternato su via Roma per raggiungere Piazza della Repubblica. Non si sono registrate particolari criticità a Certaldo, se non la caduta di alberi e rami che non hanno provocato danni a persone; nel borgo del Boccaccio è stata però disposta la chiusura di tutti gli impianti sportivi comunali (esclusa la "Piscina Fiammetta" ) e dei giardini e parchi pubblici. L’ordinanza resterà in vigore fino alla fine dell’emergenza: è quindi vietata qualunque attività all’aperto e negli spazi esterni delle scuole. Chiusi anche le torri di Palazzo Pretorio e di Casa Boccaccio e i cimiteri cittadini. Sulle scuole, assicura il sindaco Giacomo Cucini, nessun problema da segnalare.

Ylenia Cecchetti