Il percorso ictus resta al top. Il premio alla "Centrale 118"

La centrale operativa 118 Pistoia-Empoli ha ricevuto il premio Eusem-Angels per il percorso ictus, mantenendo la sua posizione di eccellenza per il 2023. Il riconoscimento è stato assegnato sulla base di criteri adottati dal Ministero della Salute italiano, come il numero di pazienti trattati e l'efficienza del percorso di cura. La struttura si è distinta per il personale dedicato, il supporto del Volontariato e le apparecchiature all'avanguardia.

Il percorso ictus resta al top. Il premio alla "Centrale 118"
Il percorso ictus resta al top. Il premio alla "Centrale 118"

L’Asl Toscana Centro resta al top. È stato consegnato ieri da Eusem-Angels, ente certificatore mondiale, il prestigioso premio alla centrale operativa 118 Pistoia-Empoli per il percorso ictus. Dopo essersi classificata nel 2022 a livello Platinum e Diamante, la centrale, anche per tutto il 2023, ha mantenuto la posizione con la massima votazione sulla base dei criteri adottati dall’ente che vengono utilizzati anche dal Ministero della Salute italiano.

Alla consegna del premio erano presenti il direttore del dipartimento di emergenza e area critica, dottor Simone Magazzini, il direttore della centrale operativa e direttore area aziendale emergenza territoriale dottor Piero Paolini, il coordinatore dello Stroke System a livello aziendale il dottor Gino Volpi ed i rappresentanti delle associazioni di Volontariato. "Il premio è destinato alle strutture che sono dotate di percorsi specifici per il trattamento dell’ictus cerebrale e nel caso specifico la Centrale 118 Pistoia-Empoli ha, ancora una volta, dimostrato la propria efficienza grazie al personale dedicato, all’apporto del Volontariato e alle apparecchiature di cui dispone – ha spiegato il dottor Magazzini – . La classificazione riguarda l’intero percorso: dalla chiamata al 118 fino al ricovero in ospedale. È motivo di grande soddisfazione per la nostra azienda la riconferma di una eccellenza grazie al lavoro svolto da medici, infermieri e tecnici".

I criteri adottati per qualificare il premio sono stati: il numero dei pazienti trattati, l’esistenza di protocolli specifici per il trattamento della patologia e di programmi di formazione con cadenza annuale e l’utilizzo di specifiche scale di valutazione dello Stroke.