Dosi di vaccino somministrate ogni 100 abitanti (fonte: CovidStat/Infn)
Dosi di vaccino somministrate ogni 100 abitanti (fonte: CovidStat/Infn)

Firenze, 10 aprile 2021 - Accuse e strali di ogni tipo sulle campagne vaccinali calibrate dalle singole regioni: chi ha vaccinato avvocati di 40 anni sani come un pesce e al contempo negato il siero a malati, anziani, volontari, donatori di sangue, chi ha avuto la mano leggera con i furbetti, chi ha fatto le liste dei riservisti e chi no. Un caos totale.

Però per poter muovere critiche fondate è meglio conoscere i numeri. E se guardiamo un dato riepilogativo emerge che la Toscana è quarta in Italia per dosi somministrate ogni 100 abitanti (in testa c'è il Molise davanti a Liguria ed Emilia Romagna) e che la Lombardia, per esempio, è molto in basso nella classifica. Lombardia che è ovviamente prima nella classifica sul dato assoluto dei vaccini somministrati, ma è ovvio che sia così nella regione nettamente più popolosa d'Italia. Ma anche che la stessa Toscana ha vaccinato i giovani (intendendo tutti gli under 60) molto più degli altri, a discapito degli ottantenni.

Grazie a una banca dati ampia e aggiornata, costruita e divulgata da un'autorità incontestabile come l'Istituto nazionale di fisica nucleare/Gruppo CovidStat, mettiamo in fila le regioni italiane e vediamo le fasce di età che ciascuna ha vaccinato.

Un focus su Toscana, Umbria e Liguria: si evince che, rispetto alla media italiana, è sì piuttosto indietro nella fascia 80-89 anni, ma è molto avanti sugli ultranovantenni e anche nella fascia 70-79 anni. Quindi dire che la popolazione anziana è stata dimenticata in Toscana non è proprio esatto. Per dire, in Toscana nella fascia 70-79 anni sono stati vaccinati molti più anziani che in Liguria e addirittura cinque volte di più che in Umbria. parliamo di somministrazione di almeno una dose, perché sulla seconda dose i dati si livellano.

Se invece guardiamo la fascia 80-89 anni la Toscana è sette punti sotto la media italiana, ma molto avanti alla Liguria sulla prima dose (e molto indietro invece sulla seconda), mentre rispetto sall'Umbria è un po' indietro sulla prima dose e molto indietro sulla seconda.

Ma sugli ultranovantenni la Toscana ha vaccinato molto più degli altri: sulla seconda dose addirittura il doppio dell'Umbria.

Sulle altre fasce di età le differenze non sono particolarmente spiccate. Si nota però che la Toscana è sempre un po' più avanti, anche se non di moltissimo, segno che la popolazione più giovane ha avuto un accesso più facile ai vaccini che nelle altre regioni. E questo non è detto che sia un merito, visto che la grave situazione di sovraffollamento degli ospedali è legata alla popolazione più matura.  

L'incidenza della vaccinazione sulla popolazione: le dosi somministrate ogni 100 abitanti

Il grafico totale: la classifica delle regioni 

Vaccinazioni per fasce d'età in Italia:

:

La situazione per fasce d'età in Toscana:

Le vaccinazioni per fascia di età in Umbria:

Le vaccinazioni per fascia di età in Liguria:

 

Valle d'Aosta:

Piemonte:

Lombardia:

Veneto:

Trentino Alto Adige:

2

Friuli Venezia Giulia:

Emilia Romagna: 

Marche:

Lazio:

Campania:

Abruzzo:

Basilicata:

Molise:

Puglia:

Calabria:

Sicilia:

Sardegna:

(a cura di Luca Boldrini)