Riccardo Martelli, presidente Ordine dei geologi  della Toscana (foto dal Tg1)
Riccardo Martelli, presidente Ordine dei geologi della Toscana (foto dal Tg1)

Firenze. 9 dicembre 2019 - Riccardo Martelli, presidente dell'Ordine dei geologi dclla Toscana risponde al telefono mentre è impeganto in sopralluoghi  nelle aree colpite.

Qual è la gravità dei danni che sta rilevando? 

"Mi trovo nella  zona di  Borgo San Lorenzo e fortunatamente non ho visto edifici lesionati. Mi sto portando a Barberino  dove si segnalano danni più gravi agli edifici".

Quali danni si registrano con scosse della magnituto registrata la scorsa notte?  

"Dipende dalle modalità di costruzione. Si ha notizia di lesioni su edifici in muratura, di per sé strutturalmente deboli". 

Quali interventi sono stati effettuati negli anni per rendere la zona resistente ai sismi?  

"Mugello, Valdisieve, tutta la zona appenninica hanno beneficiato di finanziamenti statali per il miglioramento dell'edilizia scolastica. Sono stati interventi di adeguamento di buon livello".

C'è da attendersi nuove scosse?

"Si tratta di uno sciame in una zona soggetta ai sismi, come comprova l'evento del 1919 e quelli successivi fino alle scosse di una decina di anni fa. Ma previsioni sono impossibili".

Quando le famiglie potranno rientrare nelle abitazioni?  

"Solo quando i tecnici avranno completato le verifiche strutturali".  

Come comportarsi in caso di nuove scosse?

"Portarsi  all'aperto, non perdere la calma e seguire le normali procedure che la protezione civile ci insegna da anni".   

Piero Ceccatelli