Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
18 giu 2022

Lions Club Le Signe: 50 anni al servizio del territorio

Il Club ha celebrato la sua charter night ieri, con una serata a scopo solidale a favore dell'Associazione Voa Voa Onlus Amici di Sofia

18 giu 2022
Armando Rossi e Guido De Barros
Armando Rossi e Guido De Barros
Armando Rossi e Guido De Barros
Armando Rossi e Guido De Barros

Campi Bisenzio, 18 giugno 2022- Sono ben cinquanta gli anni che il Lions Club Le Signe ha dedicato al servizio sul nostro territorio. Gli ambiti sono stati quelli del sociale, della cultura, dell'impegno civile. L'importante traguardo è stato festeggiato ieri sera al ristorante Cinquecento di Campi dai soci e dai loro amici, in un'atmosfera di amicizia e solidarietà che ha permesso in tutti questi anni di portare avanti service importanti. La charter stessa di ieri sera è stata una scusa per consegnare una donazione all'Associazione Voa Voa Onlus Amici di Sofia, impegnata nel sostegno alle famiglie con bambini affetti da patologie rare e neuro degenerative, oltreché nella promozione della campagna di crowdfunding “Gocce di speranza” per il sostegno alla ricerca scientifica nell'ambito della diagnosi precoce di malattie rare fortemente invalidanti.

"Iniziative come questa- commenta Guido De Barros, presidente di Voa Voa Onlus- ci permettono di superare il duro periodo che noi tutti stiamo vivendo, mantenendo in essere i progetti di sostegno economico, legale e psicologico rivolti alle famiglie socie, e di studiare nuove progettualità che assecondino i bisogni segnalati dai genitori con minori affetti da malattie rare multisistemiche del nostro territorio".

Durante la serata il presidente Armando Rossi ha ricordato i service consegnati tra il 2021 e il 2022 e anticipato gli impegni dell'annata a venire “Come da tradizione -sono state le sue parole- anche quest'anno abbiamo donato un cucciolo di Labrador alla Scuola Cani Guida di Scandicci, che dopo il periodo di accoglienza e addestramento raggiungerà il suo nuovo padrone, una persona non vedente cui offrire tutto il proprio aiuto. L'emergenza della guerra in Ucraina non ci ha trovati impreparati, perché pur essendo un club non molto numeroso, siamo riusciti a destinare 3000 in medicazioni di pronto soccorso alla Fondazione Robert Kennedy, 1000 euro per il progetto Ucraina della Lions Club Foundation e altri 1500 euro alla Chiesa greco ortodossa di Firenze -nella persona di Padre Vladimiro- per l'assistenza ai profughi che si sono recati a Firenze in cerca di aiuto”.

Tra le iniziative in programma per l'annata futura ci saranno il rinnovato impegno nei confronti della Scuola Cani Guida di Scandicci e dell'Associazione Voa Voa Onlus Amici di Sofia, oltre ad un contributo all'opera della Fondazione Tommasino Bacciotti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?