Una delle dimore storiche toscane visitabili
Una delle dimore storiche toscane visitabili

Firenze, 21 maggio 2015 - Dimore storiche da visitare. Dimore storiche aperte per un weekend, quello di sabato 23 e domenica 24 maggio. Un'occasione unica per vedere da vicino dei veri e propri gioielli, che splendevano nel passato ma che anche oggi impreziosiscono il paesaggio toscano. Ad organizzare l'evento è l'Associazione dimore storiche italiane sezione Toscana.  Il tema scelto per celebrare i 20 anni di cortili e giardini aperti è la produzione agricola e vitivinicola che in Toscana ha disegnato e modificato il paesaggio, permettendone la conservazione.

Partendo dal nord della Regione, in Lunigiana saranno sei le dimore che domenica 24 maggio apriranno i loro giardini; a questi si affiancheranno degustazioni organizzate in cantine storiche che hanno aderito all’inizitiva. Scendendo a Lucca, sempre nella giornata di domenica, si dischiuderanno i cancelli e i portoni su giardini e cortili di otto dimore dentro le mura della città. Sabato 23 maggio saranno visitabili ben dodici ville lungo un itinerario che attraversa le Colline Pisane mentre domenica, accanto all’apertura di ben sette palazzi del centro storico di Pisa, saranno organizzate iniziative dedicate e visite guidate.

Sabato, sarà possibile organizzare un lungo percorso che conta quattordici dimore lungo le Colline di Firenze mentre domenica sono stati organizzate visite guidate nel centro storico di Firenze che apre 28 palazzi storici. Si scende infine verso le colline di Siena dove 9 dimore, molte dele quali legano il proprio nome a grandi vini, apriranno ai visitatori nella giornata di sabato. L’itinerario si conclude in Maremma nel castello di Marsiliana. Le Giornate Nazionali Adsi si propongono anche in questo ventesimo anniversario come una grande occasione per scoprire l’immenso patrimonio culturale e architettonico della Toscana. In allegato il dettaglio delle Dimore Storiche in cui sarà possibile effettuare visite o degustazioni. Per tutte le informazioni, c'è il sito dell'Adsi.