Il presidente della Toscana, Eugenio Giani (New Press Photo)
Il presidente della Toscana, Eugenio Giani (New Press Photo)

Firenze, 30 novembre 2020 - Restare solo una settimana in zona arancione e poi passare subito in fascia gialla, senza attendere i canonici 14 giorni previsti dall'attuale Dpcm: è il desiderio del presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, che confida nel prossimo Dpcm che andrà a sostituire l'attuale in scadenza il 3 dicembre, e che, auspica il governatore, potrebbe introdurre la possibilità di 'velocizzarè il tempo stabilito per il passaggio tra i colori.

«Domani (1 dicembre, ndr) è fissata una riunione dei presidenti di Regione con il ministro Boccia - ha spiegato Giani intervenendo oggi in Consiglio regionale - che ci relazionerà su cosa il Governo ha intenzione di fare dal 4 dicembre». Secondo Giani il nuovo decreto «potrebbe offrire questo spiraglio, ovvero che non si segue la logica del decreto attualmente in vigore, ma la si azzera». Quindi, ha aggiunto, «se nasce un nuovo Dpcm ritengo si possa superare la logica che obbliga a stare 14 giorni in zona arancione prima di tornare gialla». Per Giani, dunque «dobbiamo partire dalla situazione in cui ci ha classificato il Cts, quindi una settima arancione, ma poi ritengo che la settimana dopo dobbiamo passare in zona gialla. Siamo a 893 contagi, non avveniva da 40 giorni, questo mi fa pensare che invece di restare 14 giorni in zona arancione, si possa entrare in zona gialla. Ma questo - ha concluso Giani - dipende da cosa prevede il decreto».