Firenze, 19 febbraio 2021 - "È fondamentale che la popolazione eviti tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo che non siano strettamente necessarie e di rimanere a casa il più possibile". Sono le parole dell'Istituto Superiore di Sanità, scritte nella bozza di monitoraggio settimanale relativo al periodo dall'8 al 14 febbraio.

"Si ricorda - dice l'Iss - che è obbligatorio adottare comportamenti individuali rigorosi e rispettare le misure igienico-sanitarie predisposte relative a distanziamento e uso corretto delle mascherine. Si ribadisce la necessita' di rispettare le misure raccomandate dalle autorita' sanitarie compresi i provvedimenti quarantenari dei contatti stretti dei casi accertati e di isolamento dei casi stessi".

«Sono ormai poche le regioni a rischio basso, l'incidenza a livello nazionale è in lieve aumento e l'Rt medio sfiora 1 - dice Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità - Tutto ciò ci mostra come lo scenario apparentemente stabile è in realtà in scivolamento verso un peggioramento. Ciò richiede grande attenzione, soprattutto per la circolazione di varianti». Quindi, «grande prudenza e interventi ristrettivi per contenere la diffusione delle varianti», ha aggiunto.