"Ogni ruga è una storia: Firenze valorizza l'unicità del volto umano"

Mostra Volto Manifesto al Rifugio Digitale di San Niccolò: un'esposizione sostenuta da Unicoop Firenze e Regione Toscana che esplora l'unicità del volto umano e l'impatto della tecnologia sulla percezione delle facce.

"Ogni ruga è una storia". Salvare l’unicità del volto umano
"Ogni ruga è una storia". Salvare l’unicità del volto umano

Valorizzare l’unicità del volto umano, e riflettere sull’omologazione dei tratti somatici che coinvolge giovani e non di tutto il mondo. Ma anche porsi delle domande su come la tecnologia e la modernità stiano influenzando, tra fotoritocchi, filtri sui social, video grafica e intelligenza artificiale, la percezione delle nostre (e delle altre) facce.

E’ con questo spirito che la mostra Volto Manifesto è approdata al Rifugio digitale di San Niccolò. Un’esposizione sostenuta da Unicoop Firenze e Regione Toscana, visitabile fino a domenica, che si compone di scatti fotografici e di video. Tutti con un comune denominatore: il volto. Quello vero, nella sua autentica singolarità e non ritoccato con la tecnologia. "Ogni ruga è una storia", "La perfezione è noiosa" si legge sul manifesto. E infatti, Il conformismo creato dalle app, dai media, e l’uniformazione dettata dalla chirurgia estetica; sono solo alcuni degli argomenti che il progetto di Lorella Zanardo e Cesare Cantù guarda negli occhi, o meglio, in faccia : "Non vuole essere una critica, ma una riflessione – spiega Zanardo di Nuovi Occhi per i Media – Come cambia la società se cancelliamo la verità dei volti? Se ci abitueremo a facce senza anima, senza storia, come cambieranno le nostre relazioni? Da qui nasce il progetto". Un’evento sostenuto anche da Unicoop Firenze che, tramite iniziative culturali e didattiche, ha coinvolto nell’ultimo anno più di mille studenti oltre ai soci e alle scuole di fotografia.

Gabriele Manfrin