Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
17 mag 2022

“Sette brani di bosco”: il nuovo disco di Fabio Strinati

Il brano è stato prodotto dall’etichetta terranuovese RadiciMusic Records.

17 mag 2022
marco corsi
Spettacoli
featured image
Fabio Strinati
featured image
Fabio Strinati

Arezzo, 17 maggio 2022 - Una nuova collaborazione tra il compositore Fabio Strinati e RadiciMusic Records, casa discografica di Terranuova Bracciolini, per il disco “Sette brani di bosco armoniosamente malinconici e alcune meste gaiezze nel suono d’autunno”. L’etichetta indipendente, diretta da Aldo Coppola Neri, dal 2000 promuove progetti musicali particolari, non convenzionali come il nuovo album del musicista marchigiano. “E’ un disco di musica classica – racconta Fabio – con brani composti ed eseguiti personalmente al pianoforte. L’album nasce dal fortissimo legame che sento con la natura dalla quale mi lascio ispirare con i suoi suoni, colori e armonie. Questo disco, ad esempio, l’ho composto sulle Dolomiti: non avevo con me ne’ strumenti ne’ pentagramma, solo un foglio bianco in cui scrivere le note. Tornato a casa ho provato i brani, mi sono piaciuti e li ho inviati subito all’etichetta. Aldo Coppola Neri ha curato il suono mentre Stefania Cocozza la copertina del disco.” Il legame tra la natura e il musicista permea l’intero disco, tracciando un filo rosso tra tutti i brani.

“Le canzoni emanano un alone fanciullesco ma nascondono un velo di malinconia. In questi brani c’è la terra, il pianeta, la bellezza di una rosa e tutto l’amore verso una natura che non possiamo permetterci di perdere. E’ importante lasciarsi trasportare dai rumori degli animali, dai colori delle stagioni e i loro profumi.” Una scelta chiara quella dell’etichetta RadiciMusic Records ovvero quella di sostenere artisti indipendenti. Realtà come questa rappresentano un grande sostegno per i musicisti che non rientrano in canoni prettamente commerciali. “Aldo e Stefania sono persone umane, attente e ormai da vent’anni sostengono gli artisti indipendenti. Preferiscono puntare su musica di nicchia piuttosto che su ciò che va di moda. Sono molto competenti e professionali: oggi come oggi è difficile trovare una realtà del genere. Per le case discografiche sostenere musicisti indipendenti è una scommessa ma accettano il rischio pur di sostenere l’arte.” RadiciMusic Records è un'etichetta indipendente toscana che dal 2000 promuove musica italiana: folk, world, progressive, contemporanea, d'autore, elettronica, jazz/world . “Quella nata dall'incontro tra i suoni delle nostre radici e gli stili musicali più diversi. Ci occupiamo di progetti particolari, raffinati, non convenzionali lasciando libertà di espressione agli artisti per non alterarne l'originalità”, si legge nel sito ufficiale.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?