Alìpio Neto  tra i protagonisti del Cortona Jazz Festival 2018
Alìpio Neto tra i protagonisti del Cortona Jazz Festival 2018

Cortona, 22 Aprile 2018 - In arrivo in città per la prima edizione del festival Cortona Jazz 2018 musicisti da tutto il mondo. L’appuntamento prenderà il via il 27 aprile prossimo e fino al 1 maggio coinvolgeranno totalmente la città dalle piazze, alle vie del centro storico, passando per il viale alberato del Parterre, la zone alta del Poggio fino alla Fortezza. In tutto 18 i concerti itineranti organizzati con passione e dedizione dall’associazione Culturale Mammut reduce delle due precedenti edizioni del “Cortona Jazz Night 2017” che hanno riscosso un ottimo riscontro di pubblico e critica. La direzione artistica è affidata ancora una volta al direttore artistico Giulio Stracciati. Non solo festival. Perché l’esperienza musicale porterà a Cortona anche una vera e propria scuola di improvvisazione jazz che troverà casa nel bel fortilizio che domina la Valdichiana. Per questa prima edizione è stato ufficializzato il gemellaggio con il Conservatoire Supérieur de Musique de Genève, il Conservatorio Jazz più antico e importante d'Europa, che avrà come special guest 5 studenti con il loro docente. Altri 7 studenti arriveranno, invece, dal Santa Cecilia di Roma e 5 dal Conservatorio Morlacchi di Perugia. Saranno quindi 17 in tutto gli studenti che vivranno e studieranno insieme a Cortona per tutta la durata del Festival. E’ in programma una loro performance nelle sale del Museo Maec sabato 28 aprile alle 18,30 con degustazione finale di vini della Doc Cortona. La scuola di Jazz sarà aperta anche a chiunque voglia cimentarsi sotto l’attenta guida dei quattro docenti. Si tratta di Giulio Stracciati che insegnerà chitarra, il contrabbassista Ares Tavolazzi (fondatore degli Area, il gruppo progressive più innovativo degli anni '70), il sassofonista Stefano Cocco Cantini (uno dei pochi musicisti italiani che ha potuto suonare con Chet Baker e Michel Petrucciani) e infine per la voce Romina Capitani, docente del Siena Jazz. (info e costi: 3356790882)

Gli spettacoli del Festival in cartellone, tutti gratuiti, si apriranno venerdì 27 aprile con il trio dei tre docenti del Cortona Jazz, Stracciati, Cantini e Tavolazzi che si esibiranno al tramonto sulla stupenda piazza davanti al Duomo. Sabato oltre alla performance al Maec ci sarà anche quella di Giancarlo Schiaffini, uno dei maggiori rappresentanti di musica contemporanea che insieme ad Alìpio Neto presenteranno il loro libro e si esibiranno in quartetto al Teatro Signorelli. A seguire il duo Jerome Sabbagh, sassofonista di Parigi e Laurent Coq pianista di New York.

Domenica spazio ai musicisti del Conservatoire Supérieur de Musique de Genève in Piazza Repubblica, Ohad Talmor sassofonista di Boston, che si esibirà davanti alle sculture di Tylson davanti alla Fortezza del Girifalco. La serata si concluderà dentro il cortile della Fortezza con quello che è forse l'evento clou del Festival, Ravish Momin e Val Jeanty, musicisti di elettronica da New York che dialogheranno con il virtuoso sassofonista Alípio C Neto. Lunedì il Festival si sposterà al Sodo presso la limonaia dell'Hotel il Melone per l'esibizione del trio Riccardo Gola di Roma. Martedì primo Maggio, picnic in Fortezza con l’intrattenimento musicale di Anna Rossi e Dario Napoli, gli Uadg di Perugia, gli aretini Jazz Mania Trio e il trio Fring che chiuderanno il Festival al Parterre.