Arezzo, 27 aprile 2017 - Due le operazioni concluse dai Carabinieri di Bibbiena per prevenire il fenomeno degli atti persecutori e volenze sulle donne. In un prima attivita’, i Carabinieri davano esecuzione  all’ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal tribunale di Arezzo – ufficio gip, nei confronti di  l. f., classe 1983, cittadino rumeno residente a Bibbiena gia’ sottoposto ad ammonimento del questore per “atti persecutori” e arrestato lo scorso 16 marzo, per il medesimo reato. La misura cautelare veniva disposta dall’autorita’ giudiziaria a causa di ulteriori atti persecutori posti in essere nei confronti della moglie anch’essa cittadina rumena.

Nella seconda, davano esecuzione  all’ordinanza di misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa emessa dal tribunale di Arezzo – ufficio gip, nei confronti di g. f. classe 1982 di Arezzo, in atto sottoposto ad ammonimento del questore. Misura cautelare disposta a causa di ripetuti atti persecutori posti in essere nei confronti della ex moglie