Ciclopista del Chianti a San Giovanni. Taglio del nastro

Il percorso attraversa il quartiere del Ponte alle Forche e si collega con l’area delle miniere.

L'inaugurazione della ciclopista
L'inaugurazione della ciclopista

Arezzo, 29 gennaio 2024 – E’ stato inaugurato nei giorni scorsi il percorso ciclabile che unisce San Giovanni Valdarno a Cavriglia, arrivando fino al confine con il comune di Gaiole in Chianti in un'ottica di attenzione alla mobilità sostenibile e ai trasporti green. Si tratta della terza realizzazione, in sei mesi, di progetti riguardanti la rete di piste ciclabili che, a San Giovanni, collega i confini comunali con le aree sportive, scolastiche, il centro storico, la stazione e i principali luoghi di attrazione e interesse. Al taglio del nastro erano presenti il sindaco di San Giovanni Valdarno Valentina Vadi, il consigliere regionale e ex assessore alle infrastrutture della Regione Toscana Vincenzo Ceccarelli, il primo cittadino di Cavriglia Leonardo Degl’Innocenti o Sanni, l'ingegnere responsabile Remo Chiarini e tanti cittadini e cittadine che, a piedi o su due ruote, hanno voluto prendere parte all’iniziativa. L’investimento complessivo è stato di 1.321.853,76 euro di cui la metà finanziato dalla Regione Toscana e l’altra metà con i contributi che provengono dal ristoro dal passaggio delle terre della Tav nel Comune di San Giovanni. Nel territorio sangiovannese, la ciclabile si estende lungo via Ponte alle Forche, dal Circolo Arci Sauro Billi fino alla ciclabile interna al Villaggio Minatori: il progetto ha previsto il collegamento con il centro cittadino, il rifacimento dei marciapiedi, l’asfaltatura del manto stradale e la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali che sono stati illuminati.