Monteriggioni, 1 febbraio 2018 - Attivazione ufficiale da oggi, giovedì 1 febbraio, per 98 telecamere distribuite su tutto il territorio comunale di Monteriggioni. La messa in funzione definitiva del sistema di videosorveglianza è stata presentata dal sindaco di Monteriggioni e da Simone Bonucci, comandante della Polizia municipale di Monteriggioni, insieme a rappresentanti delle forze dell’ordine del territorio, fra cui Armando Gradone, Prefetto di Siena; Maurizio Piccolotti, Questore di Siena; il Colonnello Carlo Vita, comandante della Guardia di Finanza di Siena; il Colonnello Stefano Di Pace, comandante provinciale dei Carabinieri di Siena e Sergio Turini, comandante della Compagnia Carabinieri di Poggibonsi.

Il funzionamento di telecamere, inoltre, è stato presentato dal Consorzio Terrecablate che ha curato l’allestimento dell’impianto e si occuperà della sua gestione tecnica. Il sistema di videosorveglianza del Comune di Monteriggioni ha contato su un investimento complessivo di circa 158mila euro, con risorse proprie e circa 15 mila euro in arrivo dalla Regione Toscana, e ha visto l’installazione di 98 telecamere attive ogni giorno, 24 ore su 24.

Gli occhi elettronici sono collocati lungo la viabilità principale che attraversa tutto il territorio comunale e in prossimità di edifici pubblici considerati sensibili. Circa un terzo comprende la lettura delle targhe dei veicoli in transito, mentre le altre sono contestuali e registrano spazi più ampi dal loro punto di collocazione. Il funzionamento delle telecamere, la registrazione e il trattamento delle immagini sono disciplinati dal regolamento varato lo scorso giugno in consiglio comunale e l’intero progetto è stato esaminato e approvato dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica di Siena.

La presenza delle telecamere su tutto il territorio e in prossimità di infrastrutture e strutture considerate sensibili, come ha evidenziato Simone Bonucci, comandante della Polizia municipale di Monteriggioni, punta a rafforzare la sicurezza urbana, la tutela del territorio e quella del patrimonio pubblico affiancando gli occhi elettronici al lavoro quotidiano svolto da Polizia municipale e forze dell’ordine. Il sistema di videosorveglianza permetterà anche di intensificare la prevenzione di attività illecite e di episodi di microcriminalità configurandosi come deterrente.

L’attivazione delle 98 telecamere sul territorio comunale di Monteriggioni è stata salutata positivamente anche dai rappresentanti delle forze dell’ordine presenti, a partire dal Prefetto di Siena, Armando Gradone che ha manifestato apprezzamento per lo sforzo economico messo in campo da molti Comuni della provincia di Siena per potenziare o avviare la videosorveglianza sui propri territori mettendosi anche in rete con piattaforme comuni e collegate alle forze dell’ordine, come nel caso di Monteriggioni.