Siena, 11 luglio 2017 - Cani e gatti potranno salire su tutti i mezzi di trasporto pubblico della Toscana. La legge che lo stabilisce ha avuto il via libera oggi all’unanimità dal Consiglio regionale e stabilisce regole chiare e uniformi per i padroni degli animali d’affezione.

“Abbiamo deciso di fare un gesto di civiltà  e di rispetto- ha detto Scaramelli- , varando una norma su un tema molto caro alle persone, che necessitava di una regolamentazione omogenea . Grazie alla legge, ai cani e ai gatti sarà consentito di salire sui mezzi pubblici  con regole chiare, precise e soprattutto uniformi. I padroni dei cani infatti dovranno usare guinzaglio e museruola e avere un solo cane con se, mentre chi trasporta gatti userà le apposite gabbiette. Con questa norma – spiega Scaramelli- vogliamo dare la possibilità a chi è proprietario di cani e gatti di utilizzare con più facilità il mezzo pubblico senza dover pensare a dove mettere i propri animali o essere costretti ad usare l’auto. Attualmente in Toscana c’è discrezione che dipende dalla sensibilità dell’autista o da regolamenti  delle singole aziende. La legge approvata oggi dall’aula all’unanimità  conclude il presidente Scaramelli-  è uniforme, ben regolata  e definisce diritti  e responsabilità.”