Asciano, Siena, 15 febbraio 2017 – Sarà un confronto sul recupero e sullo sviluppo dell’area dell’ex Fornace della Laterizi Arbia, l’incontro pubblico in programma domani, alle 21, al centro civico Il Prato di Arbia: si tratta di uno snodo cruciale del territorio, a cavallo tra la città e le crete senesi e per questo la consulta territoriale, il cosiddetto "parlamentino" della frazione voluto con forza dall'amministrazione comunale, affronterà la cittadinanza per discutere sul piano.

Un percorso che può finalmente mettersi in moto dopo anni di attesa per l'approvazione del primo regolamento urbanistico, già calendarizzata per marzo in consiglio comunale.

«Siamo in attesa dell'ok definitivo del Genio civile per andare in consiglio o – sottolinea il sindaco di Asciano Paolo Bonari -. Scontiamo un ritardo enorme dovuto in gran parte alle oltre 400 osservazioni pervenute ed alle quali abbiamo dovuto dare risposta, rallentando non poco l'iter di approvazione. Un vero e proprio ‘assalto’ che si sarebbe potuto evitare se si fosse consentita una maggiore partecipazione dei cittadini alla stesura del regolamento, prima della sua adozione nell'aprile 2014. E proprio per garantire questa partecipazione, l’amministrazione comunale intende coinvolgere da subito tutti intorno al recupero della ex Fornace di Arbia, che costituisce il nodo centrale per lo sviluppo di questa parte di territorio nei prossimi anni, sia per trovare una soluzione definitiva alle necessità di bonifica dell'area, sia per dare finalmente ad Arbia quella struttura urbanistica propria di ogni comunità. L'incontro – conclude Bonari - vedrà la partecipazione della proprietà e dei tecnici e sarà aperto a tutta la popolazione».
Interverranno oltre alla Giunta Comunale, il responsabile dell’area urbanistica del Comune di Asciano, il liquidatore civilistico della società Laterizi Arbia Spa, il Commissario e il Liquidatore Giudiziale e i tecnici della proprietà.